Rissa alla fiera di San Martino

PIOVE DI SACCO Hanno esagerato con l'alcol e una banale discussione si è trasformata in una furiosa rissa: protagonisti un gruppo di appartenenti alle famiglie sinti che vivono nel Piovese. In quattro sono finiti in manette. Teatro del violento parapiglia la fiera di San Martino, lunedì sera intorno alle 22. I quattro, più altre persone che non sono state identificate perché si sono allontanate prima dell'arrivo dei carabinieri, si trovavano vicino all'area dell'ex foro boario. Nonostante l'orario, c'era ancora molta gente a passeggio e le telefonate alla centrale dell'Arma sono fioccate non appena la lite ha assunto toni accesi. In via Primo Maggio si sono precipitati quattro equipaggi dei carabinieri: Radiomobile, stazione di Piove, stazione di Codevigo e i colleghi della Compagnia di intervento operativo che per tutto il mese lavorano in rinforzo della Compagnia piovese. A darsele di santa ragione erano impegnati Giancarlo Lovacovic, 60 anni, residente a Piove di Sacco e il fratello minore Sandokan Stoico, trentasettenne, che vive invece ad Agna. In aiuto del primo erano intervenuti i figli, Omar Steppic, 25 anni, e Rochi Lovacovic, di un anno più grande. Erano tutti in evidente stato di alterazione per il troppo alcol ingerito. All'arrivo dei militari Sandokan Stoico ha sferrato un pugno a un carabiniere che è dovuto ricorrere alle cure del pronto soccorso, rimediando una prognosi di 15 giorni. I quattro sono stati quindi ammanettati e condotti in caserma, dove hanno trascorso la notte in stato di arresto. Per loro le accuse sono di rissa aggravata, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali. Ieri mattina il giudice ha convalidato gli arresti e rimesso in libertà i quattro, in attesa di giudizio. Elena Livieri