Un Quadrifoglio in vetta

SALETTO Quando le vittorie sul campo iniziano da una scrivania. Curiosità davvero singolare quella del Quadrifoglio di Gianluca Scordari, capolista del girone M di Seconda Categoria, il cui capitano Mattia Mazzon oltre a vestire la maglia biancorossa da tredici campionati fa pure parte del direttivo della società. «Questa è una seconda casa» rivela il diretto interessato, 32 anni, ingegnere informatico in una ditta di Padova « Gioco qui da quando il Quadrifoglio nemmeno esisteva, la società si chiamava Saletto. Ora faccio anche il dirigente e il mio compito è fare in modo che tra squadra e società vada sempre tutto bene. Abbiamo uno staff unico con persone come Luigino Scarparo, Carlo Biasio, Giuseppe Rizzato e Matteo Boraso che assecondano ogni giorno le esigenze dei ragazzi, a volte anche un po' pazzerelle». Dati alla mano, il Quadrifoglio sta stupendo tutti. Primo posto solitario con 23 punti, nessuna sconfitta e un gioco sempre spumeggiante. «La classifica è una sorpresa ma non poi così grossa. Sapevamo di avere un gruppo affiatato e dall'arrivo di mister Scordari abbiamo perso solo una partita di coppa. È un grande allenatore, che motiva la squadra come pochi. La società ha fatto di tutto per confermare la rosa dello scorso anno e la mossa sta pagando». Un capitano che lavora e parla da dirigente: inevitabile chiedere dove può arrivare il Quadrifoglio. «Siamo in un girone nuovo. Per ora le più attrezzate sembrano Galzignano, Montebello, Altavilla, Roncà e Cervarese. Di sicuro noi abbiamo i mezzi per puntare ai playoff». Matteo Lunardi