Auto: Europa sale, Italia giù

ROMA Il mese di settembre si è chiuso in Europa con immatricolazioni di auto in crescita del 5,5% a 1.194.216 unità. Dopo lo stop di agosto (-4,9%), riprende quindi corpo quel debole segnale di ripresa del mercato dell'auto in Europa che già gli analisti avevano intravvisto a luglio (+4,9%) e che dovrebbe portarlo ad una lieve crescita nel 2014. Intanto, nei primi nove mesi del 2013 la variazione del mercato resta negativa rispetto al 2012 (-4% a 9.338.897 vetture). Solo in otto Paesi si registra un calo e fra questi c'è l'Italia, ormai precipitata stabilmente in quarta postazione tra i cinque principali mercati europei dell'auto. E proprio alla debolezza del mercato di casa nostra il gruppo Fiat attribuisce la causa prima del suo risultato in Europa a settembre, segnato da un calo delle vendite del 3,4% a 64.806 nuove vetture.