Ecco la Soproxi Cup regata e raccolta fondi contro i suicidi

VENEZIA Una regata che è soprattutto un gesto di solidarietà e un messaggio di speranza verso tutti coloro che hanno vissuto il dramma del suicidio di un congiunto o di un amico. È questo lo spirito che animerà la Soproxi Cup, prima regata mista vela-remi in programma oggi nella laguna di Venezia. L'idea di creare un momento di riflessione attiva nei confronti di un tema tanto doloroso quanto sempre più diffuso in particolare nel Nordest è venuta all'associazione padovana Soproxi Onlus, che da anni svolge un'attività di prevenzione del suicidio e assistenza ai familiari in lutto. Proprio per sostenere l'attività dell'associazione – che si avvale esclusivamente di volontari – durante la regata sarà allestita una raccolta fondi. «La Soproxi Cup è un invito all'apertura e alla condivisione tra persone che credono in un percorso di solidarietà» spiega il dottor Paolo Scocco, medico psichiatra della Clinica Psichiatrica dell'ospedale di Padova e presidente dell'associazione. «I suicidi in Italia, nel più grave periodo di crisi economica mai conosciuto dal nostro Paese dal secondo dopoguerra, lasciano nella disperazione migliaia di famiglie. Un aiuto a coloro che restano non solo è un obbligo morale e civico ma anche un intervento di prevenzione del suicidio per gli anni a venire». La regata avrà inizio oggi alle ore 11, con partenza da Punta San Giuliano. Il percorso è suddiviso in tre tratti: due da percorrere a remi (il primo e il terzo) e uno a vela .