Vittima di un frontale con un furgone a Montegalda, era maggiorenne da due settimane

Solo una settimana fa a Montegaldella l'addio ai due fidanzatini morti in moto a Grumolo delle Abbadesse, nel Vicentino, e ieri un altro giovane rimane vittima della strada in sella alla sua moto a Montegalda, in via Marcoline. Poco dopo le 17,30 Gianluca Bovo (nella foto) di 18 anni, residente in via Settimo nella frazione di Colzè, in sella alla sua moto KTM si è schiantato contro il furgone Transit condotto dall'artigiano Giacomo Poletto, 40 anni di Montegalda. Una strada stretta e sinuosa quella che dalla chiesa di Montegalda si spinge fino in aperta campagna fino a Colzè. Via Marcoline, percorsa da molti pedoni in cerca di svago, come da macchine e moto spesso incuranti dei limiti di velocità. Il giovane Gianluca ieri aveva lasciato da poco le attività parrocchiali di questi giorni dov'era animatore, per tornare a casa e farsi una doccia in previsione della pizza che avrebbe mangiato in compagnia del gruppo la sera stessa. Doveva essere una toccata e fuga quella del ragazzo maggiorenne da appena due settimane, in un giorno di spensierate attività parrocchiali. Il dramma invece si è nascosto dietro una semicurva che Gianluca in sella alla sua moto da cross deve avere imboccato perdendo il controllo del mezzo. In direzione opposta sopraggiungeva il furgone di Poletto. Dopo l'impatto il corpo del giovane è volato sull'asfalto. Per il giovane non c'è stato nulla da fare, nonostante i lunghi tentativi di rianimarlo da parte dei sanitari del Suem. Sul posto è intervenuta anche la pattuglia dei carabinieri di Camisano e Longare per i rilievi. Antonio Gregolin