Ciano: «Questo modulo può portarci lontano»

PADOVA Da tre anni ormai Camillo Ciano si porta dietro un'etichetta tanto prestigiosa quanto ingombrante, quella di erede di Aniello Cutolo. Prima a Crotone, dove l'esterno di proprietà del Napoli ha preso il posto del fantasista passato al Padova, quindi proprio in biancoscudato, dopo la trattativa che ha portato Cutolo a Pescara. Ciano, ragazzo semplice e taciturno, non teme paragoni, e anche per questo non si è fatto problemi ad ereditare non solo il posto in campo ma anche il numero di maglia di Cutolo: «In spogliatoio abbiamo scelto i numeri tutti assieme», ha svelato. «Chi era già qui l'anno scorso aveva il diritto di prelazione, ma appena ho visto che l'11, il mio numero preferito, era rimasto libero, mi sono fiondato su quella maglia». Veloce in campo e anche a smaltire gli acciacchi, visto che, dopo il guaio muscolare che l'aveva costretto a saltare il triangolare contro Siena e Alessandria, si temeva che l'esterno potesse restare ai box fino alla vigilia dei primi impegni ufficiali, invece si è ripresentato in forma smagliante contro la Cremonese, timbrando in contropiede il suo primo gol in biancoscudato, sfruttando al meglio l'assist smarcante di Raimondi. «Ci tenevo molto a sbloccarmi e sono felice anche perché veniamo da 15 giorni molto duri. Meno male che l'infortunio non si è rivelato nulla di serio. Dal punto di vista fisico, dopo questa prima parte di preparazione, mi sento molto bene. Come tutti, devo solo smaltire la fatica». Ciano punta ad essere una delle armi più pericolose del tridente di Marcolin, un po' com'era Lazarevic lo scorso anno nel Modena. «Il metodo di gioco del mister credo sia eccezionale se applicato con i tempi giusti. Ci stiamo lavorando fin dall'inizio e i miglioramenti si sono visti nell'ultima amichevole contro la Cremonese. Se continuiamo così, possiamo fare belle cose, il gruppo è compatto e mi ha subito accolto bene. Sono molto felice». Oggi altro giorno di riposo per il Padova, tornato dall'Alto Adige al temine dell'amichevole di Bressanone. Marcolin dirigerà il primo allenamento a Bresseo domani pomeriggio, in vista della sfida del 7 agosto contro il Sydney all'Euganeo.(s.v.)