Il tifo juventino commemora l'Heysel

BASSANO L'immagine indelebile, per chi era incollato alla tv, è quella della polizia belga a cavallo che manganella i tifosi italiani alla disperata ricerca della salvezza, respingendoli dal campo di gioco agli spalti e riconsegnandoli alla mattanza inglese: 39 morti all'Heysel, quella maledetta notte del 29 maggio del 1985. I tifosi bianconeri accorsi ad assistere alla finale di Coppa Campioni tra Juve e Liverpool. Le vittime del settore Z di uno stadio fatiscente, in cui non si doveva giocare una finale di coppa. Con un'organizzazione indecente che affiancò gli "headhunters" di Liverpool, allora la più malfamata tifoseria d'Europa, alle famiglie juventine accorse in modo spontaneo da ogni parte d'Italia: divisi solo da una rete. Anche il Veneto non dimentica, 28 anni dopo, le sue vittime. Sono Amedeo Giuseppe Spolaore e Mario Ronchi di Bassano. La data e i "39 angeli" sono impressi nella memoria collettiva del tifo bianconero. Massimo Tadolini, 51 anni, bolognese trapiantato a Bassano, proprio nel triveneto, l'indomani della tragedia, ha voluto fondare un gruppo ultras, il Nucleo 85 appunto, che si è ben presto esteso anche in Lombardia (che ha partecipato a Meda lo scorso weekend a un torneo alla memoria alla presenza di Furino). Il Nucleo è l'anima di varie iniziative di commemorazione. Ad Arezzo, dove nel 2007 allo stadio fu scoperto un murales a memoria delle vittime dipinto da un ragazzo del Nucleo, Tommaso Landi, sabato ci sarà un un triangolare di calcio con rappresentanza veneta. A Reggio Emilia la figlia di una delle vittime del 29 maggio 1985, ha fatto realizzare qualche anno fa un monumento ai caduti dell'Heysel: il Nucleo 85 ha deciso di aiutare a dare una copertura a quest'opera, per questo sabato una rappresentanza del gruppo sarà anche nei pressi dello stadio reggiano alla manifestazione celebrativa. E per l'occasione il Nucleo mette in vendita delle t-shirt celebrative scelte proprio dalla famiglia della vittima, a offerta libera. Il ricavato e gli incassi dei tornei saranno messi a disposizione per la copertura del monumento. In collaborazione con la Juve è prevista anche una iniziativa a ottobre a Bassano. Per informazioni: Massimo al 335 7685147. (r.b.)