Servizi domiciliari unificati un nuovo regolamento

PONTE SAN NICOLÒ Un regolamento per unificarli tutti. È stato approvato lunedì scorso in consiglio comunale il nuovo regolamento dei servizi domiciliari, frutto di un lungo lavoro delle commissioni, che va a mettere insieme in un'unica carta tutte le normative comunali per l'assistenza domiciliare, il servizio pasti caldi per anziani e disabili, il telesoccorso-telecontrollo e il trasporto fasce deboli. «Ci era arrivata con forza la richiesta della Regione e l'Uls 16», racconta Caterina Musto, presidente della seconda commissione, «abbiamo reso le normative più omogenee, e, soprattutto, abbiamo attualizzato i criteri. Basti pensare che il vecchio regolamento dei pasti caldi usava il reddito per calcolare gli aventi diritto, quando è da molti anni che si preferisce, in questi casi, utilizzare l'indicatore Isee». Soddisfatta del «lavoro colossale» anche l'assessore al Sociale Carmen Tasca. Nel 2012, 41 i cittadini che hanno usufruito del telesoccorso e telecontrollo, 51 quelli che hanno utilizzato il servizio di trasporto "fasce deboli". 43 le famiglie assistite a domicilio. Andrea Canton