«No allo sfascio», nel blog monta la rivolta

«Ti ho votato, ma non per mandarci tutti in rovina. Fai il serio, Grillo. Almeno tu». Passano pochi minuti dalla chiusura di Beppe Grillo a Bersani, quando il blog del leader dei 5 Stelle, inizia ad affollarsi di commenti contrari. Un fiume di messaggi di chi teme che la via imboccata oggi sia quella dello «sfascio». «Caro Beppe, così però non si va da nessuna parte», ammonisce Massimo. «Ragazzi ma non vi rendete conto che prima si vota una fiducia a poi si può entrare nel merito delle proposte di leggi? Se non si vota una fiducia non esiste alcun governo e si va dritti a nuove elezioni! Non ho votato per questi atti irresponsabili!», protesta Francesco. Alcuni mettono nero su bianco i temi su cui M5S e Pd potrebbero incontrarsi (dai costi della politica al conflitto d'interessi). «Sfasciare tutto adesso potrebbe essere un colpo mortale per il movimento», scrive un elettore dei 5 Stelle. Fra i più fedeli c'è chi ipotizza che esponenti del Pd si stiano "infiltrando" nel blog. Ma alcuni dei commenti critici appaiono tra i più votati dagli utenti del sito. «Seguo Beppe da decenni e oggi per la prima volta mi trovo in forte contrasto - scrive Alessandro - Il M5S è nostro, siamo noi. Se c'è coerenza dovete sentire la nostra voce. Altrimenti è stato tutto vano».