«Il successore? Meglio se conosce la curia»

«Un papa latino-americano? Credo che sia meglio uno che conosca la curia romana, che è molto difficile da governare. Dovunque ci sono difficoltà, in qualsiasi curia diocesana. Ma qui è troppo difficile». Sorride monsignor Hipolito Reyes Larios, arcivescovo di Xalapa, in Messico, mentre al termine dell'udienza generale commenta la giornata storica. «Mi ha fatto molta tenerezza vedere questo grande Papa andarsene per propria volontà, decidendo che è il meglio per la Chiesa – dice – Benedetto XVI mi è molto caro, è lui che mi ha nominato arcivescovo nel 2007, e oggi i sentimenti sono tanti e difficili da dire. Ma lui ha deciso da buon tedesco, dicendo basta». E sui veleni che hanno accompagnato la fine del pontificato, afferma: «La visione della fede è molto diversa da quella che passa attraverso i mezzi di informazione. Conosciamo le debolezze delle persone, ma lo Spirito è più forte: Dio arriva al meglio per tutti».