I docenti del Liceo: stop a laboratori e gite

ESTE Stato di agitazione tra i docenti dell'Iis "G.B. Ferrari" di Este. Gli insegnanti del complesso liceale hanno approvato lunedì in collegio docenti una mozione per protestare contro le politiche scolastiche governative, annunciando il blocco di tutte le attività non dovute che fino ad oggi hanno sempre portato avanti. In pratica, gli insegnanti del Ferrari non si impegneranno più nei laboratori e nelle gite scolastiche, notizia che probabilmente farà mobilitare più di qualche studente. Si legge nella nota approvata lunedì: «Il collegio esprime grave preoccupazione, profonda indignazione e il più convinto dissenso nei confronti di una politica governativa fortemente punitiva verso la scuola pubblica, caratterizzata da tagli, oramai continui e ininterrotti, di risorse e di personale; tali tagli sono attuati in forme diverse e non sempre trasparenti, come il Ddl (Legge di Stabilità) che giunge persino ad una svolta autoritaria imponendo per legge l'obbligo di lavoro a 24 ore frontali con conseguente disdetta unilaterale del Ccnl vigente; esprime, inoltre, profondo disagio per come il tutto è condotto, cioè mediante una martellante campagna di svalutazione dei lavoratori della scuola, orchestrata anche attraverso un uso manipolatorio dei media e utilizzando confronti con l'Europa che forniscono un quadro falsato della realtà del personale scolastico». Nella mozione, i docenti si riservano di attuare ogni forma di contrasto e resistenza a tali scelte, chiedendo l'appoggio anche dei docenti delle altre scuole atestine, che peraltro hanno già fatto sapere di voler approvare una mozione simile. Lunedì sarà convocata un'assemblea sindacale per valutare altre forme di protesta. (n.c.)