Aree verdi, tavoli e sedie dei bar

Quello che è pubblico è di tutti, non deve passare il messaggio sia di nessuno. Questo principio ha ispirato Andrea Micalizzi, assessore al Verde, a rivoluzionare le regole della gestione del verde cittadino. Il giovane esponente del Pd porterà presto in giunta il nuovo vademecum che allarga la gestione del verde ai cittadini, ai condomini, alle botteghe e alle aziende. Nasce così il progetto "Adotta un'area verde" che prevede una convenzione con il Comune di 3 anni (rinnovabile) e apre la frontiera della condivisione e complicità dei cittadini. Se un pensionato vuole prendersi cura dell'aiuola sotto il suo balcone, ora può farlo. Se un condominio decide di accudire l'area verde vicina dove giocano i bambini, ne ha facoltà. Ma la vera novità riguarda bar, gelaterie e negozi che potranno addobbare una zona verde prossima alla bottega con tavoli e panchine (arredamento rigorosamente approvato da Comune) allargando il proprio spazio commerciale. Attenzione. Non è in alcun modo un plateatico perché non c'è obbligo di consumazione. Insomma una New York in miniatura, una metropoli in scala mignon con aree ricreative dedicate alla città dove, solo se vuoi, consumi. Altrimenti ti godi panorama e riposo. Ci sono già delle adesione: una pizzeria all'Arcella pronta a tagliare l'erba del prato vicino e sistemare delle giostrine per i bambini: ne godranno anche i figli dei clienti, ma non sono a loro riservate. Ogni convenzione assicura una targhetta con il logo del Comune che segnala il merito del privato. Facile da intuire un terremoto marketing: la città è disseminata di spicchi verdi di risulta, siepi, rotatorie e aiuole che potrebbero diventare vetrine pubblicitarie per aziende, banche, assicurazioni, supermercati, hotel e così via. Migliorare significa tagliare l'erba e tenere pulito, non appropriarsi di un luogo, tiene a precisa Micalizzi, L'obiettivo è stimolare il senso civico che in questa città è spiccato ed ha solo bisogno di esprimersi. Al verde manca il 49% delle risorse, ma non ci sto a soccombere sotto i colpi della scure dei tagli del governo. Voglio trovare soluzioni nuove e contare sui cittadini come alleati perché, se lavoriamo insieme, possiamo mantenere alti gli standard della nostra città. Il progetto coinvolge il settore verde, quello dei tributi (Umberto Zampieri) e quello del commercio (Marta Dalla Vecchia). Elvira Scigliano ©RIPRODUZIONE RISERVATA GUARDA E COMMENTA NEL SITO www.mattinopadova.it