Metal protagonista nelle serate rock dei locali padovani

La settimana della musica dal vivo nei locali di Padova e provincia si tinge di tutte le note di colore, e musicali per tutti gli stili e i gusti. Comincia, questa sera, il circolo Fahrenheit 451, in via Tommaseo 96 con una serata dedicata all'hip hop grazie alla performance di Bastia. Domani sera, invece, ricomincia la Mela di Newton, in via della Paglia , con i palermitani indie rockers Fabrizio Cammarata & the Second Grace, formazione nota anche oltreoceano, che ha diviso il palco con alcuni dei migliori artisti del panorama italiano e internazionale come Max Gazzè e Devendra Banhart, per una serata imperdibile. Segue il jazz dello Chez Peppotto, in via Crescente alla Guizza, con Mattia Martorano Hot Bow Trio, e mentre al Riviera Cafè di riviera Tito Livio andranno i Pomata con il loro scatenato Ska, i Free Fallin, omaggio a Tom Petty, saranno alla Brasserie Houblon, via Chiesa a Stra. Giovedì continua il jazz, con The Trumpet Summit, serata a suon di tromba al Q-bar di vicolo dei Dotto, e tocca poi al tributo ai Led Zeppelin dei The Masters alla birreria Roggia Learda, in via Alfieri a Gazzo, mentre la serata di venerdì attacca alla Mela di Newton, con il grande gruppo pop Lava Lava Love. Segue, la stessa sera, il Fahrenheit451, con il post rock de The White Mega Giant, mentre l'appuntamento con la musica dal vivo del circolo Fishmarket di via Sarpi è retto da Uros Peric, il miglio tributo a Ray Charles in assoluto. Viene poi il metal, come sempre al circolo 7 Note in via del Terraglione a Vigodarzere, con The Crows e Sex Crime Rock, e nemmeno il Crc di via Donati ad Abano vuol essere da meno con l'hardcore metal de Here Lies a Whisper, Callin'devil by name e Demanding for a Cheeseburger, mentre al Ricky's Pub, in via Commerciale a Villa del Conte, la serata sarà dedicata ai mitici Sepultura con la cover band Innerself sul palco. Ancora, Antani Project e le loro covers ska, pop e rock al Dakota pub di via Gorizia a Busa, e proseguendo questo grande venerdì, il rock crossover dei The Crunch e dei Bramasole sarà al Cso Pedro di via Ticino. Ancora, si fa vivo il circolo Studio 2 di via del Lavoro a Vigonovo, con il pop rock dei milanesi I Cosi, e mentre al Brigante pub di Pernumia toccherà al blues rock sporcato di jazz di Aldo Casai & Bruno Marini trio, la falsariga della black music continua al St.John's Pub di piazzale San Giovanni con The Drifters Blues Band, lasciando la chiusura del venerdì sera al Greenwich pub di via Sant'Andrea a Curtarolo, con gli Hot For Teacher, tributo ai Van Halen. Sabato sera comincia l'instancabile Mela di Newton, con il folk dei Sunday Morning Breakfast e di Tommi, e anche il Fahrenheit si fa sentire con il pop rock dei Duophonic. Continua il 7Note, con l'hard rock dei Maieutica e dei Moonrise H.M., e sempre di rock si tratterà al Crc, con i Kranke'n'haus, gli Exiled 4 Damn e i Full Beard. La stessa sera i portoghesi Moullinex saranno con il loro funky new wave allo Studio2, mentre al Greenwich pub gli Officina Catodica porteranno il loro indie rock, seguiti dai Green Tone, rock blues al Dakota Pub. Su tutt'altre note il Conamara pub di via Madonna del Rosario a Torre, con la musica tradizionale irlandese di Tim Finnegan Band, mentre chiude la serata il Ricky's Pub, con il tributo a Marilyn Manson degli Apple of Sodom. Ancora il Ricky's, domenica, riempie il cartellone con le Hot Licks, il miglior rock dalle e per le donne, mentre il Mela di Newton porta in Italia i trilli del banjo di Eugene Chadbourne direttamente da New York. Segue il Greenwich pub, con l'hard blues dei Moustaches, e mentre allo Studio2 si consuma la serata jazz, a firma del Trio Nord, la Brasserie Houblon chiude questa sorprendente settimana con il tributo degli Astrolab ai Pink Floyd. Riccardo Cecconi ©RIPRODUZIONE RISERVATA