Con quaranta milioni Alessandro il grande primo nelle buonuscite

ROMA.I 40 milioni di euro di buonuscita per Alessandro Profumo, mettono l'ex amministratore delegato di Unicredit al top nella classifica italiana per le liquidazioni più ricche. Finora ai primi posti c'erano l'ex amministratore delegato di Capitalia (oggi assorbita in Unicredit) Matteo Arpe, e il suo ex presidente, Cesare Geronzi. Quando Arpe diede le dimissioni, maggio 2007, percepi una liquidazione di 30 milioni di euro lordi più le stock option. A Cesare Geronzi assegno da 20 milioni. Roberto Colaninno, Olivetti, prese 17 milioni di euro, mentre Davide Croff, ex ad Bnl, 15,2 milioni. Per Gaetano Mele, Rcs, l'addio valeva 9,6 milioni di euro, mentre a Enrico Bondi dimessosi dalla carica di amministratore delegato di Montedison furono versati 9,2 milioni di euro. All'estero al top c'è Wendelin Wiedeking, ex presidente Porsche: 50 milioni di euro.