Tutti in coda nella notte: 21 chilometri a Trieste

ROMA.Il secondo weekend di agosto ha rispettato le previsioni da «bollino nero» con l'esodo dalle città. Code e rallentamenti (in foto) sono iniziati fin dalla notte quando si sono registrati 21 chilometri di coda alla barriera di Trieste Lisert. Tutti in macchina verso il mare della Slovenia e Croazia. Alle 7,30 per alleggerire la situazione è stato necessario chiudere il passante di Mestre e deviare il traffico. In serata i chilometri sono scesi ad otto. Traffico paralizzato anche sull'A14 verso i lidi adriatici, mentre per tutta la giornata a Villa San Giovanni l'attesa per imbarcarsi verso la Sicilia è stata di un'ora. Code sull'A3 Salerno-Reggio Calabria, nonostante alla vigilia dell'esodo siano stati rimossi tutti i cantieri ed, in alcuni tratti, il traffico sulla carreggiata nord sia stato deviato per far transitare su due corsie il flusso verso il sud. Nel pomeriggio critica la situazione al tunnel del Monte Bianco temporaneamente chiuso a causa di un'avaria ad una macchina e che ha provocato una coda di tre ore. «Tutto esaurito» allo scalo di Fiumicino dove in questo weekend si prevede il transito di 340-360 mila viaggiatori. Disagi anche a Ciampino per problemi al sistema informatico della compagnia Ryanair. Anche oggi è previsto traffico intenso su tutta la rete stradale. All'esodo si aggiungeranno i «pendolari» che si spostano verso le località di mare o montagna solo per un giorno. Prima di mettersi in viaggio, la polizia stradale consiglia di informarsi sulle condizioni della viabilità.