Il cardinale Scola: «Riscoprire il fascino del potere di servire»

VENEZIA.«Riscoprire il fascino che scaturisce dal potere di servire: di questo hanno bisogno gli uomini e le donne di oggi. In casa, nelle comunità cristiane, nella società civile, nella politica». E' il richiamo fatto dal Patriarca di Venezia, Angelo Scola, nella Domenica delle Palme. Scola ha ricordato che «nulla dimostra l'onnipotenza di Dio come il forte abbandono di Cristo durante la sua passione. Potente infatti in Gesù è l'amore, cioè il dono totale di sé». Proprio guardando al rapporto di Gesù con il Padre, secondo il Patriarca, anche «noi uomini post-moderni possiamo imparare molto», indicando che «esercitando un potere di riconoscimento, si esercita di fatto anche un potere di autorità». «Gesù ci insegna - ha detto ancora Scola - che la logica del giusto potere può essere sola la logica dell'amore che giunge fino al supremo sacrificio. Qui riceve la sua luce autentica anche una parola che spesso evoca immagini sgradevoli di sottomissione: la parola servizio».