Esplosione inutile al bancomat

AGNA.La banda del bancomat è tornata a colpire: ieri poco dopo le quattro, il silenzio della notte è stato spezzato da un forte boato. I malviventi hanno fatto esplodere lo sportello della banca Unicredit di via Roma, proprio di fronte al municipio. La cassa con i contanti ha tuttavia resistito alla deflagrazione e i ladri se ne sono dovuti andare a mani vuote. Due le telefonate arrivate alla centrale dell'Arma: la prima da un residente di via Roma, svegliato dall'esplosione, la seconda dalla vigilanza privata accorsa all'istituto di credito appena è scattato l'allarme. Quando i militari hanno raggiunto la filiale di via Roma dell'Unicredit hanno trovato uno scenario ormai già visto molte volte: sportello del bancomat divelto, vetrate in frantumi, arredi all'interno dell'edificio danneggiati. Ma la cassa era praticamente intatta. Nel piano dei malviventi qualcosa non ha funzionato come speravano. Prima di entrare in azione i ladri avevano spostato gli obiettivi delle telecamere della videosorveglianza, in modo da poter agire indisturbati. Pare abbiano agito tre persone, travisate con cappucci e berretti sulla testa. Per far saltare il bancomat hanno utilizzato una miscela esplosiva a base di acetilene con cui hanno saturato lo sportello. Una volta innescata la miccia sono bastati pochi secondi per la deflagrazione, che però non hanno dato l'esito sperato. Dopo il sopralluogo dei carabinieri della locale stazione, alla banca è giunta anche una unità di artificieri per i rilievi del caso.

(Elena Livieri)