«Orizzonti» con quattro nuovi premi

VENEZIA.Saranno quattro i nuovi Premi di «Orizzonti» alla 67ª Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica (1-11 settembre 2010) diretta da Marco Müller e organizzata dalla Biennale di Venezia presieduta da Paolo Baratta. Per «Orizzonti» - che accoglie film lunghi e lunghissimi, film brevi e mediometraggi - una giuria internazionale, composta da 5 personalità del cinema e della cultura di diversi Paesi, assegnerà il Premio Orizzonti (riservato ai lungometraggi); il Premio Speciale della Giuria (Orizzonti) (riservato ai lungometraggi); il Premio Orizzonti Cortometraggio; il Premio Orizzonti Mediometraggio. La sezione «Orizzonti» - dedicata alle nuove correnti del cinema mondiale - compie quest'anno una svolta, rafforzandosi e aprendosi a tutte le opere «fuori formato», con un più ampio sguardo verso le vie nuove dei linguaggi espressivi che confluiscono nel cinema.
«Orizzonti» occuperà ora uno spazio nuovo, mettendo a fuoco la sua natura di «laboratorio» dei diversi linguaggi artistici del visivo, all'interno del più grande «laboratorio» della Biennale di Venezia, in collegamento sempre più stretto con gli altri settori. Nella riorganizzazione della linea di programma sarà assorbita in «Orizzonti» non solo la sezione «CortoCortissimo», ma anche tutti gli «Eventi Speciali». La Selezione ufficiale della 67. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica si articolerà quindi nel modo seguente: Venezia 67, il tradizionale concorso internazionale, con la giuria che assegnerà il Leone d'oro e gli altri premi ufficiali; Fuori Concorso, con opere significative dell'anno firmate da autori di riconosciuta importanza; Orizzonti, sezione competitiva dedicata alle nuove correnti del cinema mondiale, da quest'anno aperta anche ai film brevi e «fuori formato», con una giuria che assegnerà i premi; Controcampo italiano, dedicata alle nuove linee di tendenza del cinema italiano, con una giuria che assegnerà il premio Controcampo italiano.