Addio campo Comunale

MONSELICE.Ca' Oddo prepara le contromosse. Una settantina di residenti della frazione ha discusso, l'altra sera, il contestato accordo di programma con la Vibrocemento. Un progetto che non piace alla frazione, preoccupata di finire schiacciata tra strade sempre più trafficate e centinaia di migliaia di metri quadri di nuova edificazione. Nel corso dell'assemblea, insieme ai consiglieri del centrosinistra Francesco Miazzi, Rino Biscaro e Pietroantonio Aldrigo, i cittadini hanno valutato le prossime iniziative di mobilitazione.
Stadio addio.«Ma quelli di Monselice lo sanno, che dove vanno a vedere le partite, tra un po' si troveranno dei condomini?». La domanda rimbalzava: perché se a Ca' Oddo arrivano i campi sportivi, il centro perde lo stadio di via Garibaldi (nella foto), ceduto al privato. Stesso discorso per l'area kartodromo in zona industriale: era verde pubblico per Ca' Oddo, ora passa al privato, e questo standard viene «spostato» nei nuovi campi sportivi.
Viabilità.Tra i molti dubbi sollevati dai cittadini, pesa il timore di un intasamento della viabilità della frazione. «Risulta chiaro - si legge nelle osservazioni - che la nuova viabilità di collegamento tra la statale 16 e la sr 8 del Bersagliere, non è essenziale per migliorare l'accesso al nuovo polo ospedaliero, bensi è fondamentale per garantire esclusivamente l'accesso al nuovo polo logistico». Pare inoltre che via Campestrin verrebbe troncata in due.
Polo logistico.Il timore è che la nuova area produttiva, di 492.000 mq, porti al congestionamento del traffico sulla viabilità esistente, per via di tutti i mezzi pesanti che vi accederanno. Insomma: la stessa finalità dell'accordo di programma (migliorare la viabilità della zona ospedaliera) risulterebbe, secondo i cittadini, compromessa. Viene inoltre stravolto un paesaggio agrario ancora intatto. La richiesta all'amministrazione è di fermarsi. E ridiscutere l'accordo di programma, coinvolgendo tutti gli interessati. (f.se.)