Il colosso Baxter apre la nuova sede Guarda ai Balcani

MONSELICE. Il colosso farmaceutico pianta le radici a Monselice. La cittadina della Rocca da ieri è diventata di fatto uno dei principali appoggi logistici della Baxter, multinazionale americana attiva in diversi rami del settore sanitario. Nata nel 1931 negli Usa, la Baxter è presente in più di cento Paesi e vanta oltre 50 mila dipendenti. In Italia il colosso conta su sei sedi e mille dipendenti.
Le sedi si trovano a Roma, Pisa, Rieti, Sesto Fiorentino (Fi), Grosotto (So) e da ora anche Monselice. Ieri ha aperto i battenti il magazzino Baxter di Monselice, stabilimento di 22 mila metri quadri che sarà capace di soddisfare più di 10 mila ordini mensili, quasi 500 ordini ogni giorno. La struttura di Monselice nasce dalla fusione delle precedenti realtà aziendali di Padova, Milano e Pisa. «Il Veneto ha un tessuto che invita all'investimento - ha dichiarato Silvio Gherardi, amministratore delegato di Baxter Italia - Monselice crede nella propria area di sviluppo e abbiamo voluto crederci pure noi. La nostra idea è quella di seminare qui: non siamo una realtà che spreme il territorio come limoni e poi se ne va. Vogliamo restituire a questa zona parte degli utili». Lo farò attraverso l'indotto legato all'attività dell'azienda, ma anche e soprattutto con la ricerca di nuove forze lavoro. Attualmente a Monselice operano 65 lavoratori (di cui 35 esterni), ma l'idea è quella di ampliare il centro monselicense: «Guardiamo al commercio del sud-est europeo - spiega nel dettaglio Pierangelo Pollini, ai vertici di Baxter Europe -. Penso al commercio farmaceutico di Bulgaria, Ungheria, Grecia e Turchia. Ovvio che se questi Paesi accoglieranno la nostra proposta di mercato, anche qui a Monselice serviranno altri lavoratori». Impossibile fare previsioni (anche se già si parla di 550 camion all'anno pronti a partire per i Balcani), ma sicuramente il polo monselicense promette bene. Con i suoi 500 metri quadri di celle frigorifere, l'utilizzo di software d'avanguardia, le tecnologie avanzate adottate, il magazzino di Monselice è un centro d'eccellenza. Dallo stabile di Monselice (che si trova in via Trentino) viene distribuita una vasta gamma di prodotti che vanno dalle soluzioni infusionali ai farmaci per le cure oncologiche, ma anche anestetici, cure palliative, soluzioni per dialisi, emoderivati e dispositivi medici che poi prendono il volo anche verso altri continenti. A Monselice è stato impegnato un milione di euro. «Un investimento azzeccato - ha assicurato Francois Philippe, vice presidente di Baxter Europe - e che ha trovato piena disponibilità delle amministrazioni e delle imprese locali, a cui va il nostro plauso».
A rappresentare le due categorie c'erano Leonardo Padrin (in qualità di ex presidente di Servizi Logistici) e Francesco Lunghi, sindaco di Monselice. «La complanare e la circonvallazione che stiamo pensando - dice Lunghi - viaggiano in questa ottica: rispondere alle esigenze del mondo economico».

(Nicola Cesaro) /