In centro arrivano i Rangers

La città ha paura. Residenti e commercianti hanno sempre meno fiducia nelle istituzioni. I cittadini sono stanchi di vedere per strada mendicanti, zingari e spacciatori, gente che bivacca sul listòn a tutte le ore e che genera insicurezza agli occhi dei padovani.
Questi i motivi che hanno spinto numerosi negozianti ed esercenti ad associarsi ad un nuovo istituto di vigilanza privata, Rangers security srl (Battistolli Group), con sede a Treviso. I vigilanti si sono impegnati con i commercianti ad effettuare un servizio capillare fino alle 22. Gli agenti della Rangers Security svolgono una funzione diversa rispetto al servizio tradizionale, cercando di tenere lontano da negozi, bar e ristoranti vu' cumprà e accattoni.
Per il mese di febbraio hanno effettuato il servizio gratuitamente. Dai primi di marzo, invece, la vigilanza è a pagamento. Ogni mese i commercianti devono sborsare 40 euro: tra gli associati Franco Schiavo, titolare del ristorante Pe Pen in piazza Cavour e la titolare della pasticceria Racca in via Calvi: «Per noi questo è diventato un importante servizio aggiuntivo rispetto alla vigilanza tradizionale e al lavoro svolto dalle forze dell'ordine, i cui uomini spesso hanno le mani legate - spiega Schiavo - Purtroppo anche in centro questa è la realtà di ogni giorno». (f.pad.)