I vecchi oggetti di Hourquet

VENEZIA.Domani alle 19 la Galleria Spiazzi di Venezia, campo dell'Arsenale, ospita «Effetti Personali», incontro con il grafico francese Pierre Hourquet. Arriva per presentare il suo nuovo libro - «Effetti Personali» appunto - e la mostra-lampo (un evento che dura un giorno soltanto) con i disegni tratti da volume. Hourquet vive e lavora a Parigi. Nel 2007 ha fondato il proprio studio, Office, concepito come una piattaforma multidisciplinare. I suoi lavori sono pubblicati in riviste internazionali.
«Effetti personali» è una serie di disegni in bianco e nero dal tratto essenziale e pulito. Sono raffigurati oggetti d'uso quotidiano come un coltellino multiuso, un cavatappi, un accendino accompagnati da laconici commenti: l'autore cerca di esplorare l'anima nascosta di prodotti banali che fanno parte della nostra vita e di cui non ci accorgiamo più. Sono oggetti obsoleti, ma che hanno ancora qualcosa da raccontare.