Fumo, studio dagli Usa «Le sigarette light dannose come le altre»

LONDRA.Comprare sigarette a basso contenuto di catrame nella speranza di salvagurdare la salute è una perdita di tempo. E' questa la conclusione a cui è arrivato uno studio americano pubblicato sul giornale scientifico britannico British Medical Journal. Gli scienziati dell'American Cancer Society hanno analizzato il legame tra i valori della produzione di catrame delle sigarette e l'incidenza del cancro ai polmoni in 364.239 uomini e 576.535 donne di età superiore ai trent'anni per un periodo di sei anni. Lo studio ha rivelato che il rischio di contrarre il tumore era lo stesso tra fumatori di sigarette a basso contenuto di catrame (7 mg o meno) o di marche a basso contenuto di catrame (8-14 mg) e fumatori di prodotti e medio contenuto di catrame (15-21 mg). Indipendentemente dalla marca quindi i fumatori corrono comunque più rischi di ammalarsi di cancro ai polmoni rispetto a chi non fuma o a chi è riuscito a smettere. Gli scienziati hanno inoltre scoperto che tenendo anche conto di altri fattori come l'alimentazione e l'anamnesi non c'erano differenze tra lo stato di salute dei fumatori di sigarette a basso contenuto e a medio contenuto di catrame. Per i fumatori di sigarette senza filtro (con contenuto di catrame di 22 mg o più) invece i rischi di cancro ai polmoni diventa più alto. Il professor Martin Jarvis del centro di ricerca contro il cancro Cancer Research Uk ha detto che questo studio sostiene la loro campagna contro le sigarette 'mild" e 'light" in quanto ingannano i fumatori e li inducono a pensare che queste sigarette siano meno nocive alla salute. «Le sigarette a basso contenuto di catrame offrono ai fumatori una promessa falsa di una riduzione di rischi. I fumatori hanno dipendenza dalla nicotina e il loro bisogno di regolare la dose quotidiana della sostanza significa semplicemente che inalano di più da marche con rendimento inferiore, col risultato che l'assunzione effettiva di catrame e nicotina non cambia con le sigarette a contenuto più basso. L'unico modo per correre meno rischi è quello di smettere».