Il baby Petrarca regge un tempo Valsugana domina

PADOVAIl primo derby padovano della stagione si tinge di biancazzurro. Ieri al centro Geremia i padroni di casa del Petrarca Cadetto hanno retto per un tempo contro la capolista del Girone 3 di Serie A, prima di cedere sotto i colpi di un Valsugana più che mai lanciato a vele spiegate verso la seconda fase del campionato. Il punteggio finale, 0-31, rende bene l'idea della solidità del XV allenato da Polla Roux insieme a Luca Faggin e a Giovanni Boccalon: una corazzata che unisce il meglio del vivaio di Altichiero e la qualità di elementi esterni inseriti in rosa negli ultimi anni per alzare il livello della prima squadra. Un cocktail mescolato con sapienza dallo staff tecnico e dal preparatore Dario Zanato, i cui risultati sono sotto gli occhi di tutti. Dopo le prime tre giornate il Valsugana guarda tutti dall'alto a punteggio pieno, con cinque punti vantaggio sulla seconda (Valpolicella) e una differenza punti impressionate, +116, con 134 punti all'attivo e solo 18 subiti. Facendo due conti, la sconfitta dei Cadetti del Petrarca, pur netta e senza punti per i tuttoneri, è comunque la meno pesante tra quelle subite finora dalle avversarie dei biancazzurri di Altichiero. La squadra allenata da Salvan e Maistri inoltre è riuscita a tenere sotto scacco i forti cugini per tutto il primo tempo. Specialmente nei primi venti minuti i giovani tuttoneri hanno messo in difficoltà la difesa biancazzurra con la velocità della loro linea di trequarti, senza tuttavia riuscire a segnare. A sbloccare il parziale è stato così il Valsu, con una meta del terza centro Girardi, bravo a sfondare due placcaggi su servizio di Benetti da azione di mischia. Il match è rimasto in equilibrio sullo 0-7 fino all'intervallo, senza altre marcature anche a causa di errori, falli e confusione da una parte e dall'altra. Nella ripresa, giocata con mischie no contest dopo 15 minuti per l'infortunio di due prime linee petrarchine, è invece venuta fuori la maggiore potenza fisico-atletica degli ospiti, più pesanti davanti e ben rodati con la linea arretrata. Dopo un calcio di Benetti, il Valsugana ha trovato la seconda meta al quarto d'ora con un inserimento di Paluello su giocata dai 22 in combinazione con Sartor. Pivetta e compagni hanno continuato a martellare in avanzamento, trovando il terzo colpo grosso con il terza linea Maso, ex di turno (come Faggiotto, Caporello e Girardi) cresciuto nelle giovanili tuttonere. I biancazzurri hanno chiuso i conti allo scadere, conquistando il bonus offensivo con una meta da manuale innescata da capitan Pivetta, con una ripartenza dai sui 22, ben assistito dall'ala Lisciani che si è involato fin sotto i pali per il tripudio della tifoseria di Altichiero. Da segnalare anche l'ottimo esordio del mediano Lorenzo Citton, 18 anni, giovane talento del Valsugana. Simone Varroto