Vandali contro il telelaser

BAONE L'astio contro gli autovelox ha mietuto una nuova "vittima". Ignoti vandali si sono accaniti, nei giorni scorsi, contro il box, destinato a contenere l'apparecchio del telelaser, collocato lungo la strada provinciale 21 a Rivadolmo, davanti al piazzale del supermercato In's. I vandali hanno forse pensato di compiere un gesto "dimostrativo", per accecare l'odiato macchinario. Con del colore bianco hanno imbrattato i vetrini posti sul lato anteriore della struttura, quelli che consentono al telelaser di scattare le rilevazioni fotografiche delle infrazioni al codice della strada. O il gesto è stato puramente "simbolico", o i vandali non sapevano che il box, in quel momento, era vuoto. Non si tratta infatti di una postazione fissa di autovelox, ma solamente della struttura metallica al cui interno viene collocato il dispositivo telelaser, solo in presenza dell'auto dei della polizia locale. «Non abbiamo ancora quantificato l'ammontare del danno» spiega il sindaco Luciano Zampieri «ma bisognerà sicuramente intervenire per sistemare. Purtroppo non è il primo atto vandalico di questo tipo che subiamo: circa un mese e mezzo fa, dei vandali hanno distrutto i vetri del semaforo di Ca' Borin, sia dal lato di Baone che da quello di Este. Una bravata che ci è costata ben 2.500 euro». (f.se.)