offload

Test match. Si è aperto sabato il novembre "mondiale". In Europa si giocano 19 test-match in 28 giorni. In tour ci sono Argentina, Giappone, Australia, Sudafrica, Samoa, Nuova Zelanda, Fiji e Tonga. Anniversario. L'Inghilterra batte l'Australia 20 a 13 con un po' di fortuna e qualche velata polemica sull'arbitraggio nel decimo anniversario della finale mondiale (all'intervallo giro d'onore a Twickenham degli eroi del 2003, da Wilkinson a Martin Johnson, da Jason Robinson a Neil Back). Nell'opinione pubblica intanto si è aperto un doppio dibattito. Sul numero di tesserati e sulla Nazionale. Dal trionfo del 2003 in Inghilterra, (paese che ha il record mondiale di tesserati adulti) sono scesi a 190mila, dopo il picco di 255mila nel 2005. E la maglia con la rosa non ha più trovato leader carismatici e vincenti come Johnson, Leonard o Dallaglio. Argentina. Entrare nel Quattro Nazioni (The Rugby Championship, a chiamarlo col suo vero nome) non ha fatto poi così bene all'Argentina. Oltre a non aver vinto ancora una partita in due edizioni, i Pumas si ritrovano lacerati da conflitti interni allo spogliatoio, che hanno portato alle dimissioni del tecnico Santiago Phelan alla vigilia del tour in Europa. In pole position per la panchina ora c'è l'ex allenatore del Petrarca Michael Cheika, che a Padova, scelto da Vittorio Munari, ha iniziato la sua carriera da allenatore. L'australiano è in ottimi rapporti con Pichot e Contepomi, figure chiave della federazione argentina, e ha esperienze di alto livello con Leinster, Stade Francais e, ora, i Waratahs nel Super 15. Si è ritirato dalla competizione Graham Henry, finora consulente tecnico dei Pumas per sette settimane all'anno. Rugby a 13. C'è anche un po' di Veneto nell'Italia di Rugby a 13 che sta partecipando al Mondiale in corso in Inghilterra. Gli azzurri (in realtà quasi tutti oriundi che giocano da professionisti nel campionato australiano), a sorpresa hanno battuto il Galles al Millennium Stadium nella giornata inaugurale per 32 a 16. Uno dei manager della Federazione è Tiziano Franchini, cresciuto nel Cus Padova, e uno dei tecnici è il neozelandese Kelly Rolleston, estremo del Petrarca alla fine degli anni '90, oggi allenatore del Piacenza. Intanto al Mondiale la star della Nuova Zelanda, campione in carica, è Sonny Bill Williams, e il presidente del Tolone (25 stranieri su 40 in rosa, compreso Castrogiovanni) Mourad Boudjellal, ha già promesso che farà di tutto per riportarlo in Francia. Sir Kirwan. Dopo una lunga vacanza nella sua casa di Treviso, sir John Kirwan è tornato in Nuova Zelanda, dove ha annunciato la squadra dei Blues per il 2014. Non mancano le sorprese, con il ritorno a Auckland delle stelle Kaino, Woodcock e Ma'a Nonu, oltre alle conferme di Mealamu, Retallick, Weepu, Marshall e del capitano Braid. Presidente uscente della franchigia, che rimane nel consiglio, è l'ex All Black Gary Whetton, che nel 1985 vestì proprio la maglia del Benetton. Federico Fusetti