L'Opv festeggia sia Verdi che Wagner

Verdi o Wagner? L'Opv (Orchestra di Padova e del Veneto)non si fa contagiare dalla querelle che agita gli appassionati d'opera di ogni latitudine (soprattutto nel bicentenario della nascita dei due compositori) e dedica a entrambi il prossimo concerto della Stagione in cartellone giovedì 7 all'Auditorium Pollini (via Cassan, ore 20.45), e l'anteprima di martedì 5 novembre (stessa ora e sempre al Pollini) per "L'arte dell'ascolto" organizzata in collaborazione con Bnl Paribas a sostegno di Telethon. La doppia occasione vedrà il ritorno sul podio dell'Orchestra del maestro Giampaolo Bisanti, dopo le felici collaborazioni in buca per L'elisir d'amore al Castello dei Carraresi e per il recente Rigoletto al Teatro Verdi. In programma alcune tra le più celebri ouverture d'opera, quelle di Nabucco, Rienzi, I vespri siciliani, saranno alternate a pagine in cui la cantabilità operistica sarà invece affidata alla voce del violino del padovano "Premio Paganini" Giovanni Angeleri: il solo (Preludio dal III atto) da I lombardi alla prima crociata di Verdi e la Fantasia che Vieuxtemp scrisse su Jérusalem (versione francese dei Lombardi), e due pezzi wagneriani, Traeume e Albumblatt. Milanese, classe 1972, Bisanti ha raggiunto oggi una maturità di interprete che lo ha visto affermarsi nei più prestigiosi teatri italiani e stranieri, e alla testa di blasonate orchestre quali Rai di Torino, Orchestra Verdi di Milano e Israel Philharmonic Orchestra. L'omaggio a Verdi e Wagner del 5 novembre è realizzato in collaborazione con Bnl storico partner di Telethon, che ha scelto questo evento per celebrare anche a Padova il proprio Centenario e sensibilizzare i cittadini sui temi della ricerca scientifica. Con una donazione minima di 20 € effettuata agli sportelli Bnl tutti gli interessati potranno ricevere un biglietto per il concerto, dando così il proprio contributo per far avanzare la ricerca su centinaia di malattie genetiche, molte delle quali gravi e ancora senza una terapia efficace. La mattina di giovedì 7 il programma sarà riproposto nella prova generale alle 10.30 al Pollini . Biglietti: 5 novembre 3-8 €; 7 novembre prova generale 7 €, concerto 8-22 €.