Oltre 150 moto per ricordare "Brunetto" Stievano

POLVERARA Dalle mitiche vespe ai nuovi "bolidi", ma anche Lambrette, moto Guzzi, esemplari storici e fiammanti moto da strada, in un "concerto" di motori in sfilata lungo le vie di Polverara per ricordare Bruno Stievano. Domenica al primo motoraduno organizzato dagli amici di "Brunetto il meccanico", a quasi un anno dalla sua scomparsa, si sono presentate almeno 150 moto di ogni età e foggia. «Chissà su quante di queste "Brunetto" avrà messo le mani» hanno commentato in tanti, ricordando aneddoti e battute scambiate in officina. Commossa la moglie Fiorenza, per quarant'anni al fianco di Bruno nella vita come nel lavoro, che insieme ai figli e ai nipotini ha dato il via alla sfilata dopo la benedizione del parroco don Giuliano. Il lungo serpentone sulle due ruote ha fatto il giro del paese fino a raggiungere l'officina di Bruno. Oltre duecento le persone che hanno voluto ricordare "il meccanico" nel luogo dove ha lavorato. «Brunetto ha lasciato il segno ed è ricordato con affetto» hanno detto gli organizzatori. Nella stessa mattinata decine di ciclisti hanno animato la gara in memoria di Simone Maniero, ricordato ogni anno con una competizione sportiva.