Aps holding, conti ok E il tram fa volare il trasporto pubblico

Aps Holding chiude in sostanziale pareggio i conti del 2009. Ieri il CdA presieduto da Amedeo Levorato ha licenziato il bilancio: certifica una perdita netta d'esercizio di 18 mila euro. Nel 2008 era stata di 80 mila euro. L'utile consolidato dell'azienda che gestisce i trasporti cittadini, i parcheggi e gli spazi pubblicitari è di 1 milione e 800 mila euro. Il giro d'affari viaggia intorno ai 58,5 milioni di euro.
«Era importante confermare il trend di una società che non ha perdite importanti. E che quindi è un valore per i padovani e non un peso» ha sottolineato il presidente Levorato. E i dati sul trasporto pubblico sono incoraggianti: nel 2009 sono stati registrati un milione di passeggeri in più rispetto all'anno precedente. Conseguenza dell'«effetto tram»: l'11% dei passeggeri totali viaggia sui binari del Sir1.
ASSICURAZIONI.A pesare sul prossimo bilancio della società sarà però la questione assicurazioni: il rinnovo del contratto con la Sai prevede un aumento dei costi dell'87%. E nessuna compagnia assicurativa ha partecipato alla gara esplorativa avviata da Aps per cambiare assicurazione. Tant'è che Levorato, nei giorni scorsi, ha inviato un esposto all'Isvap, l'ente che dovrebbe regolare la concorrenza assicurativa.
PARCHEGGI.Altro punto dolente dei futuri rendiconti finanziari di Aps saranno i parcheggi. A metà giugno (ma con il rischio di un ulteriore slittamento) è prevista la chiusura del park di via Valeri. Non chiuderà prima di settembre, invece, l'area di piazza Rabin. In ogni caso diverse centinaia di posti in meno, che verranno rimpiazzati solo da 400 stalli in piazzale Boschetti quando i pullman della Sita si sposteranno in stazione. Nel 2010 Aps Holding prenderà in gestione, grazie a un accordo con la società autostradale, anche il parcheggio del casello di Padova Est.
GARA SUI TRASPORTI.A fine anno è prevista la gara regionale per l'affidamento dei trasporti pubblici su base provinciale. Dunque Aps e Sita dovranno diventare un unico gestore ed uniformare prezzi e servizio. Ma c'è anche la possibilità che la gara possa essere vinta da un gestore straniero. I grandi gruppi internazionali sono sempre più «aggressivi» sul mercato italiano. Tra i possibili partecipanti alla gara c'è la parigina Ratp, che gestisce i trasporti pubblici nella capitale francese; la tedesca DeutscheBahn controllata dal gruppo inglese Arriva, che già gestisce i trasporti a Bergamo, Brescia, Lecco e Cremona; e un'altra società francese, la Transdev, che opera già a Belluno.
RINNOVO CDA.Il consiglio d'amministrazione di ieri ha fissato per il 23 giugno l'assemblea dei soci per il rinnovo delle cariche di Aps holding. In quell'occasione verrà presentato anche il piano triennale delle politiche aziendali fino al 2013.

(Claudio Malfitano) /