Mister Gabrieli: Pronto a lavorare con i giovani

SAONARA. «Sono pronto per questa nuova avventura. Approdo in una società seria. C'è un progetto ben preciso: fare bene lavorando coi giovani. E' una scommessa, ma la vinceremo».
Il nuovo allenatore del SaonaraVillatora (Promozione) Franco Gabrieli è carico. L'ex terzino sinistro del Padova degli anni d'oro è pronto per il suo debutto alla guida di una prima squadra. Per il tecnico romano, 47 anni il prossimo 21 settembre, è un esordio assoluto dopo il titolo di vicecampione d'Italia con la Berretti del Padova (finalissima persa nel 2007 con il Perugia), l'esperienza da secondo di «Nanu» Galderisi al Mestre in C/2 e le due stagioni al Vicenza con Giovanissimi Nazionali e Primavera (terzo posto al Torneo di Viareggio).
«E' un debutto che non mi spaventa», sostiene mister Gabrieli, che abita a Tencarola. Cosa sa Gabrieli del calcio dilettantistico?
«Mi sono sempre documentato sui giornali. Non conosco molto le avversarie, ma è una realtà che mi affascina».
Il SaonaraVillatora punta tutto sulla linea verde: largo ai giovani già dai primi acquisti, il portiere Luca Agostini (21 anni) dal Limena e il «figliol prodigo» Roberto Curci (27), tornato all'ovile dopo sei mesi a Loreggia. «Sono abituato a lavorare coi giovani. Sarà una sfida stimolante». Un ultimo pensiero al «suo» Padova, finalmente di nuovo in serie B. I tifosi hanno ancora nel cuore quel pomeriggio d'autunno del 1994 quando Gabrieli affondò all'Euganeo il Milan di Fabio Capello segnando il gol dello storico 2-0 (l'1-0 fu di Alexi Lalas) con una legnata di destro all'incrocio. «Il Padova ha meritato la B. Con la società sono rimasto in ottimi rapporti e sono felice che questo risultato sia finalmente arrivato».