Il nuovo magazzino della Provincia premiato da architetti di fama mondiale

CINTO EUGANEO.Il nuovo magazzino della Provincia, realizzato nella zona artigianale di Cinto, ha ricevuto la Menzione d'Onore del «Premio biennale internazionale di architettura Barbara Cappochin». Il nuovo centro logistico, destinato a ospitare gli automezzi, i depositi e i servizi per il personale a supporto delle manutenzioni delle strade e delle aree naturalistiche della Provincia, è stato scelto tra oltre trecento opere dislocate in tutto il mondo ed è stato premiato da una giuria composta da architetti di fama internazionale. L'edificio, situato in un'area baricentrica del territorio, si trova di fronte al Museo geopaleontologico di Cava Bomba. Il magazzino, secondo i progettisti, rappresenta una rilettura in chiave contemporanea dell'architettura rurale, orientata a mitigare il contrasto degli edifici industriali esistenti con l'articolazione volumetrica del complesso di Cava Bomba. La costruzione, pur rispondendo a esigenze funzionali, mira a riqualificare il territorio per ripristinare nell'area i caratteri morfologici dell'architettura rurale. Per Gino Gastaldo, assessore agli Immobili della Provincia: «Il magazzino di Cinto è un esempio di architettura di qualità, rispettose della storia e in armonia con l'ambiente». L'opera è stata progettata dall'architetto della Provincia Nicola Gennaro, che ha già firmato interventi di rilievo nell'area del Parco Colli, come il restauro del complesso di Villa Beatrice, l'ampliamento del museo di Cava Bomba e il nuovo Liceo Ferrari di Este. Proprio a quest'ultima costruzione, il magazzino Cinto può essere accomunato per le scelte architettoniche rispettose della cultura rurale dell'ambiente collinare e per l'accostamento di materiali tradizionali, come il legno e il laterizio, ad altri più innovativi per il risparmio energetico. Il progetto del magazzino di Cinto verrà esposto a Parigi, a Boston e negli Emirati Arabi.
(Sara Gattolin)