Attaccanti in vetrina al ristorante «Da Giovanni»

SAN GIORGIO IN BOSCO.Due serate di trattative aperte a tutte le società del Veneto. Il ristorante «Da Giovanni» di Sant'Anna Morosina ospita stasera e domani la sedicesima edizione del «Mercatino dell'Alta Padovana». Un appuntamento diventato ormai una tradizione per direttori sportivi, presidenti, allenatori e giocatori, che anno dopo anno si ritrovano per definire acquisti, cessioni, prestiti e svincoli. «Ogni volta riusciamo a riunire un centinaio di società - spiega Giovanni Pettenuzzo, 64 anni, titolare del locale e ideatore dell'iniziativa -. Dalla Terza Categoria alla serie D, vengono tutti con entusiasmo. E' un'occasione per ritrovarsi, stare insieme e concludere qualche buon affare davanti ad un piatto di pasta. I giocatori più richiesti? Gli attaccanti. I presidenti vogliono ad ogni costo il bomber da 15-20 gol».
Dal 1990 al 1996 Pettenuzzo è stato, in qualità di vicepresidente, uno degli artefici del «miracolo Giorgianna». Una piccola squadra di quartiere nata dalla fusione tra San Giorgio in Bosco e Sant'Anna Morosina, riuscita nell'arco di soli 6 anni a salire dal campionato amatori all'Interregionale. «Ho ancora negli occhi le immagini del nostro esordio in serie D - racconta Giovanni -. Trasferta sul campo del Mantova e sconfitta per 4-0. Eravamo persino finiti sulle schedine del Totogol. Emozioni impossibili da dimenticare». Alle due serate parteciperanno anche allenatori ed ex calciatori professionisti. Probabile la presenza dell'ex tecnico del Palermo Francesco Guidolin, che negli anni d'oro del Vicenza (vittoria della Coppa Italia 1996/97 e semifinale di Coppa delle Coppe 1997/98 con il Chelsea) portava spesso la squadra a cenare al «Da Giovanni».
(Matteo Lunardi)