Il Coni premia atleti e dirigenti

A meno di una settimana dalla «Rocca d'Oro» la splendida cornice del Castello di Monselice torna a gremirsi per un altro evento di prestigio, la consegna delle medaglie al valore e delle stelle al merito del Coni ai migliori atleti e dirigenti padovani. A sfilare sul palco una lunga passerella di premiati: Biagia Sambataro, Ernesto Bortolami, Giuseppe Celi, Andrea De Zen e Giuseppe Perin (tiro con l'arco), Samantha Botter e le sorelle Alice e Giovanna Bado (rugby), Nicola Franchini, Valentina Simonetto, Elisabetta Veronese e Giulia Zanchi (canoa), Riccardo Giandoso (paracadutismo), Massimo Nicosia (caccia fotografica subacquea), Joey Paccagnella (nuoto sincronizzato), Elisa Pasini (nuoto) e Claudio Venturini (pesca). Tra i dirigenti e le società sportive riconoscimenti a Remo Breda (Fisd non vedenti), Gabriele Pieloni (Palla Tamburello), Dino Ponchio (Fidal), Franco Giora (Fis), Paolo Rizzi (Fgi), Aspea Padova, S.C. Formaggi Beni Monselice e C.S.I. Rubano. Nel settore scolastico premiati Alice Carpanese, Daniele Bordignon, Luca Dotto, Simone Mella, Carlo Simoni e Gloria Scapin. Spazio anche alla categoria disabili con Giacomo Nifonia (lancio della palla), Marco Peruzzo (50 metri piani), Ivano Borgato e Oliviero Tiso (tiro a segno), Emanuele Farinazzo e Angelo Frasson (canoa). Infine il premio speciale «De Michiel», consegnato dalla figlia dell'ex presidente del Coni, va al docente di Educazione Fisica Roberto De Vivo. (m.l.)