Torna a rivivere la stazione di Rodallo grazie all'accordo Comune-Ferrovie

RODALLO. Dopo otto anni di inutilizzo, la stazione ferroviaria di Rodallo tornerà a vivere grazie all'accordo siglato fra le Ferrovie dello Stato e il Comune di Caluso. «Si tratta – spiega l'assessore ai Trasporti Paolo Meo – di un comodato d'uso gratuito che permetterà al Comune di usufruire del locale al primo piano, in passato alloggio del capostazione. L'accordo di fatto è un'estensione del comodato già esistente per la stazione di Caluso che, come è noto, è stata affidata all'Associazione Nazionale Carabinieri. A Rodallo invece l'amministrazione comunale ha optato per la società sportiva Centro Attività Subacquee di Caluso, che organizza specifici corsi presso la piscina di Arè».
Spiega ancora Meo: «La convenzione che andremo a siglare con i subacquei prevede che gli oneri a carico del Comune saranno sostenuti da questa associazione, che avrà il locale a disposizione a titolo gratuito, in cambio delle necessarie opere di adeguamento e della manutenzione ordinaria della stazione. Ma l'aspetto più importante è che la presenza di questa associazione possa costituire un elemento di dissuasione per coloro che gli autori dei frequenti atti vandalici».
Santo Migliaccio è il presidente del Centro Attività Subacquee di Caluso che, sin dalle prossime settimane, dovrebbe iniziare i primi lavori di pulizia e sistemazione dell'ex alloggio del capostazione. «Da tempo – spiega – eravamo in cerca di una sede, e questa soluzione ci sembra adatta alle nostre esigenze. Inoltre cercheremo di coinvolgere nelle nostre attività anche gli stessi giovani che frequentano l'area della stazione».
Il sindaco Marco Suriani ha sostenuto in giunta l'iniziativa portata avanti principalmente da Paolo Meo e dal vicesindaco Danilo Actis Caporale che, da buon rodallese, è felice di poter ridare vita a questa struttura cosi significativa per il paese. Ricordiamo infatti che alla stazione di Rodallo è garantita la fermata di numerosi treni e molte persone la frequentano per recarsi al lavoro.
«Sono contento — conclude Paolo Meo – di aver trovato una soluzione per la stazione di Rodallo che va ad aggiungersi al recupero della stazione di Caluso che, l'inverno scorso, è stata assegnata in comodato all'Associazione Nazionale Carabinieri». (t. p.)