'Pinocchio' diventa il bambino di legno: le prime immagini del film di Matteo Garrone

video Roberto Benigni nei panni di Geppetto costruisce con le sue mani un burattino di legno: nasce così 'Pinocchio', interpretato dal giovane Federico Ielapi, che nel film di Matteo Garrone diventa un "bambino di legno", come si vede nelle prime immagini. Nel cast anche Gigi Proietti (Mangiafuoco), Rocco Papaleo e Ceccherini (il Gatto e la Volpe). Uscirà in sala a Natale con 01 Distribution Video: 01Distribution

'Il grande spirito', Rubini rapinatore sgangherato in una Taranto noir

video In sala il 9 maggio, dopo la presentazione al Bif&st di Bari, 'Il grande spirito' è ambientato in un quartiere della periferia di Taranto. Durante una rapina, uno dei tre complici, un cinquantenne dall'aria malmessa, Tonino (Sergio Rubini) approfittando della distrazione degli altri due, ruba tutto il malloppo e scappa. Il suo è un gesto di riscatto nei confronti di chi non ha più rispetto del suo lungo e onorato curriculum delinquenziale, macchiato da un fatale errore, che gli è valso l'ignominioso appellativo di Barboncino. La corsa di Tonino, inseguito dai suoi complici sempre più infuriati, procede verso l'alto, di tetto in tetto fino a raggiungere la terrazza più elevata, oltre la quale c'è lo strapiombo, che lo costringe a cercare rifugio in un vecchio lavatoio. Lì trova uno strano individuo (Rocco Papaleo) dall'aspetto eccentrico: porta una piuma d'uccello dietro l'orecchio, sostiene di chiamarsi Cervo Nero, di appartenere alla tribù dei Sioux . Lo interpreta Rocco Papaleo.01 Distribution

Migranti, i profughi cantano con Mannoia e Turci: nasce 'We are one' il video dello Sprar

video Hanno lavorato per due anni nei laboratori musicali organizzati nell’ambito dei progetti Sprar gestiti da Arci nella regione Basilicata. Hanno scritto, composto e provato per ore nelle sale di registrazione insieme alla Krikka Reggae, la band lucana da sempre impegnata nel sociale. Così è nato 'We are one', il brano cantato dai profughi ospiti degli Sprar, provenienti da diverse nazioni che hanno potuto così confrontarsi e condividere storie di vita diverse ma legate dalla passione per l'arte e la musica. Dalla musica si è passati al video con la collaborazione di Mediterraneo Cinematografica. Al progetto hanno preso parte molti artisti tra cui Fiorella Mannoia, Paola Turci , Claudio Bisio, Rocco Papaleo e Paolo Kessisoglu. La realizzazione del video è stata offerta da Arci e dalla Associazione Krikka ed eventuali proventi andranno a supporto di iniziative di salvataggio di migranti della 'Mediterannea Saving Human'. Video: Arci

Sanremo, Anna Foglietta: "Alcuni sketch erano imbarazzanti. Ultimo? Deve stare calmo"

video "Sanremo è un concentrato di vita ed emozioni fortissime, ma non direi che è stata un'esperienza indimenticabile": Anna Foglietta, conduttrice del Dopofestival con Rocco Papaleo e Melissa Greta Marchetto, racconta a Circo Massimo, su Radio Capital, la sua esperienza a Sanremo. E dice la sua sui conduttori: "Baglioni mi piace sempre, mentre Bisio non è riuscito a esprimersi come voleva, è stato meno morbido di Virginia Raffaele. E non mi sono piaciuti gli sketch, alcuni erano imbarazzanti". A Ultimo, il secondo classificato che ha criticato il meccanismo di voto, dice: "Deve stare molto calmo: è un ragazzo e un artista splendido, ma ha fatto un autogol". Intervista di Massimo Giannini e Jean Paul Bellotto

Sanremo 2019, Anna Foglietta: "Per noi attori, sempre incastrati nei ruoli, il Dopofestival un'occasione di libertà"

video Reduce dallo spettacolo teatrale 'Bella figura', e fino a poco tempo fa al cinema con il film 'Un giorno all’improvviso', Anna Foglietta torna a Sanremo, dopo la partecipazione della scorsa edizione “ospite” di Luca Barbarossa nella serata dei duetti, ma stavolta per rimanere tutta la settimana: l’attrice sarà al fianco di Rocco Papaleo al Dopofestival, appuntamento notturno (mai come in questa edizione) di musica e chiacchiere. Intervista di Alessandra Vitali, video di Francis Joseph D’Costa

Matera 2019, la sfida della città dei Sassi per rilanciare il Sud - Il videoracconto

video Trombe e tamburi, majorettes e circensi, ma anche giochi di luci, danze e l’atmosfera di un cielo stellato. Questa è Matera 2019, capitale della cultura europea. La città dei Sassi si è svegliata con l’inaugurazione ufficiale nella Cava del Sole, la madre di tutti i blocchetti di tufo con cui è stata costruita Matera. Da qui il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha lanciato la sfida: “Matera sarà l’occasione di riscatto per tutto il meridione”. Dall’ora di pranzo 2019 musicisti, provenienti da tutta Europa, hanno sfilato per le vie della città animando il centro storico. Un gioco di luci al calar del sole, una ballerina sospesa di fronte al Duomo che domina i Sassi hanno preceduto il gran finale, lo spettacolo condotto da Gigi Proietti con Rocco Papaleo e Stefano Bollani. Immancabili gli auguri del Presidente Mattarella e i fuochi d’artificio. Video di Camilla Romana Bruno

Repzine, Rocco Papaleo a Sanremo. "Le parole di Baglioni? Un artista ha il dovere di 'cantare' quel che accade"

video Nel nuovo appuntamento Rocco Papaleo e il ritorno a Sanremo: nel 2012 aveva affiancato Gianni Morandi sul palco dell'Ariston, in questa edizione sarà alla guida del Dopofestival. "Le polemiche su Baglioni? Il compito di un artista è 'cantare' quello che accade, su questo ha carta bianca. Io mi sento protetto dal mio ruolo". Che Sanremo sarà? Ce lo racconta Gino Castaldo che parte dal numero di questa edizione, il 69, "il numero della magia e del rovesciamento" per capire le nuove rivoluzioni di Baglioni. Poi al cinema con Giampaolo Morelli, in sala con 'L'agenzia dei bugiardi', regia di Volfango De Biasi, commedia corale su tradimenti, corna e mentitori di professione. Infine a teatro con 'Bella figura' di Yasmina Reza, regia di Roberto Andò: Paolo Calabresi è uno dei protagonisti.

Rocco Papaleo e il regista Giovanni Veronesi a Modena: ecco i nostri moschettieri

video Una calorosa accoglienza per il regista Giovanni Veronesi e l’attore Rocco Papaleo (in prima fila al cinema Raffaello) in occasione della loro visita modenese per la presentazione del film “Moschettieri del Re - La penultima missione”. La coppia è stata prima ospite al Cinema Raffaello e poi al Victoria dove hanno salutato e chiacchierato con il pubblico presente nelle sala prima della proiezione. Li abbiamo intervistati. Video Gino Esposito Intervista Serena Fregni. la cronaca