Renzi: «I numeri li abbiamo lo stesso»

di Gabriele Rizzardi wROMA Questa volta il siluro contro Berlusconi prende la forma di una newsletter ai cittadini che Matteo Renzi “spara” a inizio mattinata. «Se Forza Italia, che ha sempre difeso le idee alla base del patto sulle riforme, adesso vuole rimangiarsele, buon appetito. Ho se

«Da arbitro vorrei giocatori corretti»

di Gabriele Rizzardi wROMA Un arbitro imparziale, che chiede l’aiuto e la correttezza dei giocatori per gestire al meglio la partita. È questo il senso del discorso di insediamento del nuovo capo dello Stato, Sergio Matarella, che ieri ha giurato fedeltà alla Repubblica davanti alle Camere

«Da arbitro vorrei giocatori corretti»

di Gabriele Rizzardi wROMA Un arbitro imparziale, che chiede l’aiuto e la correttezza dei giocatori per gestire al meglio la partita. È questo il senso del discorso di insediamento del nuovo capo dello Stato, Sergio Matarella, che ieri ha giurato fedeltà alla Repubblica davanti alle Camere

«Da arbitro vorrei giocatori corretti»

di Gabriele Rizzardi wROMA Un arbitro imparziale, che chiede l’aiuto e la correttezza dei giocatori per gestire al meglio la partita. È questo il senso del discorso di insediamento del nuovo capo dello Stato, Sergio Matarella, che ieri ha giurato fedeltà alla Repubblica davanti alle Camere

Mattarella spacca il patto del Nazareno

di Gabriele Rizzardi wROMA La prima grande votazione sul successore di Giorgio Napolitano si chiude a Montecitorio, come era largamente previsto, con un trionfo di schede bianche (538). Anche perché Pd, Forza Italia e i centristi di Area Popolare hanno deciso di non scrivere nomi e questa

Mattarella spacca il patto del Nazareno

di Gabriele Rizzardi wROMA La prima grande votazione sul successore di Giorgio Napolitano si chiude a Montecitorio, come era largamente previsto, con un trionfo di schede bianche (538). Anche perché Pd, Forza Italia e i centristi di Area Popolare hanno deciso di non scrivere nomi e questa

Mattarella spacca il patto del Nazareno

di Gabriele Rizzardi wROMA La prima grande votazione sul successore di Giorgio Napolitano si chiude a Montecitorio, come era largamente previsto, con un trionfo di schede bianche (538). Anche perché Pd, Forza Italia e i centristi di Area Popolare hanno deciso di non scrivere nomi e questa