Calenda e l'avventura del nuovo partito: "In fondo sono giovane, ho 46 anni portati malissimo"

video L'ex ministro del governo Renzi oggi europarlamentare eletto con i dem ma fuoriuscito dal Pd dopo l'accordo del governo giallorosso, annuncia via Twitter che il 21 novembre lancerà il suo nuovo partito. Sempre sul suo profilo Carlo Calenda poche ore prima aveva postato uno stralcio della sua intervista a 'L'assedio' di Daria BIgnardi, su La Nove. Della lunga chiacchierata in tv ha scelto di riportare sui social con tanto di sottotitoli le sue risposte sulla passione di fare il ministro ("ho capito che si possono cambiare le cose") e il passaggio sul fatto che "in fondo" si ritiene ancora giovane. "Ho 46 anni... portati malissimo... - ha detto -, ma da studio non ridete. Uno che mi ha visto in foto con mia madre ha commentato dicendo che poteva essere mia figlia".  (video Twitter)

Calenda legge la lettera di dimissioni dalla Direzione Pd: "Avete solo allontanato le elezioni qualche metro più in là"

video Una lunga lettera d'addio per una reading di dieci minuti. Così Carlo Calenda lascia il Pd. L'ex ministro dell'Industria del governo Renzi non rinnoverà la sua tessera fatta all'indomani delle ultime elezioni. Il nodo della rottura è l'accordo con il Movimento 5 stelle che Calenda ha sembre condannato: "Avete solo allontanato le elezioni qualche metro più in là - conclude - Ci ritroveremo al voto dalla stessa parte".    

Pd, Zingaretti: "Da Direzione esce Pd più unito". Calenda: "Chiarissimo no a alleanza con i 5s"

video "Sono molto contento perché dopo la Direzione esce un Pd più unito. Ora si parta con la Costituente delle Idee per offrire un'alternativa a chi sta governando solo sui litigi, stanno insieme solo sulle poltrone": così il segretario del Pd Nicola Zingaretti. Carlo Calenda è soddisfatto: "Il segretario ha dato priorità a sanità, scuola e investimenti. C'è una chiarissima indicazione del no ad alleanze in qualunque forma e modo con il Movimento 5 stelle". Sottolinea Anna Ascani: "Va detta una parola definitiva su questo rapporto con i 5 stelle. Ogni volta Di Maio utilizza queste uscite degli esponenti del Pd (l'apertura a un'alleanza con i pentastellati prospettata da Beppe Sala in un'intervista a Repubblica) per rafforzare il governo con Salvini. Se Zingaretti ribadirà che né ora né mai ci sarà un accordo con i cinque stelle noi non potremmo che esserne contenti". Di Livia Crisafi

Quando Di Maio diceva: "Whirpool non ha rispettato i patti"

video L'11 giugno, quando Whirpool annuncia la chiusura dell'impianto di Napoli, il ministro del Lavoro Luigi Di Maio va in diretta su Facebook per denunciare la scorrettezza della multinazionale americana. Ma secondo il predecessore di Di Maio al Mise, Carlo Calenda, una lettera di Whirpool informava Di Maio della situazione da settimane, e il vicepremier avrebbe tenuto nascosta la comunicazione per non esserne danneggiato prima delle elezioni europee.(video Facebook / Luigi Di Maio)

Calenda a Di Maio: "Fare il ministro è un lavoro serio, tu in ufficio non ci stai mai"

video Un video "tutorial" in cui spiega a Luigi Di Maio come si fa il ministro per lo sviluppo economico. Lo ha realizzato e pubblicato su Twitter Carlo Calenda, che risponde così a un post del Blog delle Stelle critico contro il suo operato al Mise negli anni 2015-2017. Il parlamentare europeo del Pd respinge così al mittente l'affermazione di essere stato "il peggior ministro dello sviluppo economico di sempre" e ricorda una serie di dati economici positivi ottenuti "mentre quelli attuali hanno tutti il segno meno"."Di chi è colpa? Di Babbo Natale?", domanda Calenda. "Questo è un lavoro serio, se credevi di fare 18 lavori insieme, senza averne mai fatto uno prima, finisce che li fai male tutti. In ufficio non ci stai mai. Prendi una decisione. Ammettere di essersi sbagliato non è una cosa disdicevole", conclude Calenda. Video: Twitter

Sala: "Bene i comizi ma al Pd servono proposte. Crisi di governo dopo elezioni? Non credo"

video "Bene i comizi, ma alla sinistra servono le proposte. Speriamo che vinca chi è più bravo a trovare soluzioni". Così il sindaco di Milano Beppe Sala, a margine delle celebrazioni dei 25 anni della fondazione dello IEO, commenta la proposta di Carlo Calenda in risposta al comizio della Lega del 18 maggio. E su un'eventuale crisi di governo post elezioni Sala dice: "Non la prevedo, ma spero che nel caso sia su reali differenze nell'impostazione politica, non per piccoli litigi".(di Edoardo Bianchi)

Race for the Cure 2019, la pioggia non ferma le donne in rosa. 80mila persone presenti

video La pioggia non ha fermato le migliaia di persone arrivati da tutta Italia per partecipare alla XX edizione della Race for the Cure di Roma per sostenere la lotta ai tumori del seno. "E' fondamentale fare prevenzione”, hanno ricordati le madrine della kermesse, Rosanna Banfi e Maria Grazia Cucinotta. Tra i partecipanti anche Carlo Calenda con la sua famiglia :”Ci sono uomini che abbandonano le donne con il tumore, la trovo una cosa orripilante”. Gli organizzatori hanno annunciato la partecipazione di 80000 persone.Video Agf / Mariacristina Massaro

Milano, Calenda sfida la piazza di Salvini: ''Nella tana del lupo? Semmai un lupacchiotto''

video "Io nella tana del lupo? Un lupacchiotto, non esageriamo con questa cosa che c'è la bestia, il lupo... A me sembra che il problema è opposto: che c'è poco spessore...". Così Carlo Calenda a margine della manifestazione sovranista a Milano ha risposto a chi gli domandava se avesse avuto paura ad affrontare la piazza della Lega. Il candidato alle elezioni europee del Pd ha deciso di essere in piazza Duomo in polemica con la campagna social della Lega: "Il ministro dell'Interno ha sbattuto la mia faccia sui social come fossi un bandito e questo non lo accetto. Io vado dove ritengo giusto. Io non ho nemici. Nessuno dei manifestanti mi ha detto nulla di male, neanche un fischio. Anzi, mi hanno fatto i complimenti e mi hanno chiesto un selfie". Di Antonio Nasso ed Edoardo Bianchi

Oggi Scalfarotto sabato c’è Zingaretti

article Giornata fitta di impegni nell’agenda del Pd. Si inizia stamattina con il gazebo in centro per poi terminare la lunga giornata con un importante convegno sull'Europa alle 21 al Broletto con Ivan Scalfarotto, Enrico Morando, Irene Tinagli ed Emanuela Marchiafava. Già calendarizzati gli eventi con ...

Eventi Pd, via il 1° maggio

article Tanti appuntamenti domani per il Pd in città. Si inizia alla mattina con il gazebo in centro per poi terminare la lunga giornata con un importante convegno sull'Europa alle 21 al Broletto con Ivan Scalfarotto, Enrico Morando, Irene Tinagli ed Emanuela Marchiafava. Già calendarizzati gli eventi co...

"Non faccia avanspettacolo e si metta la giacca": lite in tv tra l'economista Sapelli e Formigli

video "Non faccia avanspettacolo", "Si tenga le sue battute". E ancora: "Si metta la giacca che starebbe meglio", "Ma se la tolga lei": sono alcune delle frecciatine andate in onda a PiazzaPulita tra il conduttore Corrado Formigli e l'economista Giulio Sapelli. Motivo del battibecco è l'eventuale aumento dell'Iva da parte dal governo gialloverde. A sedare gli animi ci prova Carlo Calenda: "Abbiamo evitato le mutande di Salvini ma non la cravatta di Sapelli", scherza l'ex ministro dello Sviluppo economico.Video: La7

Pd, Gentiloni: "Dopo il sorpasso sui 5 stelle, alle Europee vogliamo contendere primato alla Lega"

video Nell'ultimo sondaggio di SWG per La7, il Partito Democratico ha superato il Movimento 5 Stelle. "È un segnale incoraggiante ma c'è ancora strada da fare. Ma alle Europee dobbiamo essere più ambiziosi", dice a Circo Massimo, su Radio Capital, il presidente del Pd Gentiloni, "Cercheremo di mettere in piedi una lista molto larga, anche in collaborazione con Carlo Calenda. Dobbiamo contendere il primato alla Lega".Intervista di Massimo Giannini e Jean Paul Bellotto

Pd, Gentiloni: "Dopo il sorpasso sui 5 stelle, alle Europee vogliamo contendere primato alla Lega"

video Nell'ultimo sondaggio di SWG per La7, il Partito Democratico ha superato il Movimento 5 Stelle. "È un segnale incoraggiante ma c'è ancora strada da fare. Ma alle Europee dobbiamo essere più ambiziosi", dice a Circo Massimo, su Radio Capital, il presidente del Pd Gentiloni, "Cercheremo di mettere in piedi una lista molto larga, anche in collaborazione con Carlo Calenda. Dobbiamo contendere il primato alla Lega".Intervista di Massimo Giannini e Jean Paul Bellotto

Migranti, Calenda a Costa: "Ma tu apriresti le frontiere a tutti?". L'acceso confronto in tv

video A DiMartedì, su La7, si parla di immigrazione. Tra gli ospiti ci sono Carlo Calenda, esponente del Partito Democratico ed ex ministro dello Sviluppo economico del governo Renzi (e poi Gentiloni), e Andrea Costa, attivista e coordinatore di Baobab Experience. I toni della conversazione tra i due si alzano quando Calenda chiede a Costa: "Tu pensi che domani noi dovremmo aprire le frontiere dell'Italia a chiunque voglia venire da qualunque parte voglia venire?"  video La7