Ambrovit Garlasco avanti così Bel colpo esterno a Cumiana

GARLASCO. Bel colpo esterno per l'Ambrovit Garlasco: nel terzo turno in B2 femminile, passa in tre set a Cumiana sul campo del Piossasco. Trascinata dall'ottima prova delle centrali Sala e Rigon, la squadra di coach Madalina Angelescu ha vinto gestendo con grande maturità i momenti delicati nei finali delle tre combattute frazioni. Grande e prolungato equilibrio in avvio, con l'Ambrovit a prendere qualche punto (17-18). Poi a muro Garlasco opera il break e scappa avanti 18-21. Il time out locale non ferma le lomelline che, in questa fase, hanno molta pazienza e lucidità nelle rigiocate e con capitan Cagnoni che gioca sulle mani del muro allungano ancora sul 19-23. Piossasco non molla e prova il rientro che pare concretizzarsi sull'errore in attacco di Cagnoni (22-23), ma è qui che la squadra di coach Angelescu mantiene la calma sugli ultimi palloni decisivi sfruttando gli errori piemontesi sui quali il set va in archivio a favore di Garlasco. Anche il secondo vive da subito di un equilibrio costante (10-10). Garlasco sta lavorando intensamente e bene in difesa, poi Favaretto ed il muro lomellino chiudono alcuni punti importanti (11-14). L'Ambrovit si dimostra solida ed è sospensione per la panchina locale sul 12-16. Un ace di Silvia Sala vale il 14-19. Piossasco rientra fino a -2 (17-19), Cagnoni scardina il muro, ma l'Ambrovit si fa male da sola con errori gratuiti ed in battuta (21-21) e coach Angelescu ci parla su. Una palla contestata sfavorevole ed un ace fanno scappare Piossasco (23-21). Poi succede che Garlasco compie il miracolo e, sotto 24-21, piazza il break clamoroso con l'attacco vincente di Cagnoni che consegna anche la seconda frazione alle lomelline. Riparte male l'Ambrovit e coach Angelescu ruggisce nel time out cui è obbligata con la sua squadra sotto 9-4. Le sue ragazze rimontano subito (9-8). A muro arriva il sorpasso (11-12), l'inerzia è cambiata (14-17), un sontuoso muro a uno di Pagnin fa 15-18 ed ora la squadra di coach Angelescu giganteggia al centro (17-22), poi la fast di Sala regala all'Ambrovit tre punti di carattere. -- F.Ba.