Il centrosinistra pensa alle primarie il Pd è d'accordo Balduzzi già in corsa

Roberto LodigianiRIVANAZZANO TERME. Il centrosinistra vogherese pensa alle primarie, "aperte" e di coalizione in vista delle Comunali 2020, con un potenziale candidato già in corsa, Ilaria Balduzzi, vicecapogruppo a Palazzo Gounela, e un possibile antagonista, Pier Ezio Ghezzi, rivale del sindaco forzista Carlo Barbieri al ballottaggio-bis del 29 gennaio 2017, che prende tempo, annuncia un «giro di incontri» tra sostenitori e simpatizzanti prima di sciogliere le riserve, ma difficilmente si sottrarrà alla sfida.L'accelerazione sulla strada delle primarie arriva dal dibattito «Verso Voghera 2020. Progetti e idee per la città», alla festa dell'Unità in corso di svolgimento al parco Brugnatelli di Rivanazzano: partecipano, oltre alla Balduzzi, Alessandra Bazardi, segretario cittadino del Pd, il sindaco di Lecco e presidente regionale Anci Virginio Brivio, Roberto Gallotti, capogruppo dem, Matteo Coperchini per la civica di centrosinistra, Elisabetta Napoli di +Europa, Martina Draghi per Articolo 1 -Mdp, Giuseppe Villani, consigliere regionale e responsabile enti locali; Stefano Alberici, segretario del Pd rivanazzanese, fa gli onori di casa.Balduzzi annuncia la sua «disponibilità» a mettersi in gioco, propone già uno slogan («Voghera che non si accontenta più») e spiega: «Per costruire dal basso un programma e un patto civico innovativo fatto di persone e misure concrete da mettere in campo, chiedo che vengano svolte velocemente le primarie di coalizione o percorsi alternativi che individuino il candidato sindaco che da subito si deve mettere al lavoro sui temi caldi della città». Ghezzi, assente venerdì perchè in vacanza, pone l'accento sulla «discesa in campo di +Europa a fianco dei progressisti, la volontà della civica di ripresentarsi e la conferma di primarie di coalizione aperte da parte del Pd. Tre elementi positivi e chiarificatori, da approfondire nel prossimo coordinamento. Ho appreso che Ilaria Balduzzi ha riconfermato la sua candidatura, auspico un confronto tra più nomi. Per quanto mi riguardo, comunicherò la mia decisione dopo il giro di incontri tra i soggetti pubblici e privati con cui ho lavorato in questi anni per l'alternativa all'attuale giunta». Per Villani, «serve un progetto fortemente innovativo per la Voghera del futuro basato sul rapporto uomo natura; economia circolare; progetto socio sanitario; partecipazione, legalità e sicurezza». Coperchini, della civica, avverte: «Le primarie devono essere aperte e in quel caso noi ci saremo, la scelta del candidato sindaco deve nascere da lì. Una consultazione riservata ai soli iscritti Pd chiuderebbe ogni prospettiva di alleanza». --(ha collab. A. Disperati)