Discarica abusiva a Medassino scatta la caccia agli inquinatori

Roberto LodigianiVOGHERA. Decine di grossi sacchi contenenti scarti di demolizioni edili, vecchi sanitari, reti, materassi e altro ancora. E' una vera e propria discarica abusiva quella scoperta in strada Postiglione a Medassino. Il materiale abbandonato non è stato ancora rimosso, ma del caso si sta occupando l'ufficio ecologia del Comune. La caccia agli inquinatori è già cominciata: si confida nella rete di videosorveglianza per identificare i responsabili, che rischiano anche una denuncia penale, oltre a una forte multa, all'obbligo di coprire le spese per la bonifica e la pulizia del sito, e alla confisca del mezzo (o dei mezzi) utilizzato per inquinare.«Non disperiamo di risalire agli autori di questo scempio - spiega l'assessore all'ambiente, Simona Panigazzi - la tolleranza è zero, necessariamente, nei confronti di chi sporca e chi inquina, infischiandosene delle regole. Potrebbe trattarsi di persone venute da fuori, ma non è affatto scontato». Dalle prime verifiche, sembra escluso che tra il cumulo di rifiuti ci sia amianto, il che avrebbe moltiplicato le preoccupazioni e i costi del futuro smaltimento. Si tratta però, pur sempre, di rifiuti di tipo speciale, che vanno quindi rimossi secondo un preciso protocollo e smaltiti in centri autorizzati. L'ufficio ecologia del Comune informerà al più presto la polizia locale, a cui toccherà svolgere l'azione investigativa vera e propria.I controlliGià diversi altri inquinatori sono stati rintracciati, multati e, in alcuni casi, segnalati all'autorità giudiziaria per abbandono di rifiuti. Dall'avvio della nuova differenziata, a novembre, con i cassonetti a calotta e i tesserini magnetici, sono una trentina gli individui multati per inosservanza delle regole. La casistica è già ampia: si va dagli scatoloni abbandonati accanto ai contenitori, fino al cumulo di rifiuti edili scaricato nei pressi del centro multiraccolta di strada Folciona. L'attività di accertamento è compito della polizia locale, ma per un monitoraggio ampio e il più possibile capillare del territorio, Comune e Asm Voghera si sono affidati alla nuova figura dell'ispettore ambientale, che segnala le eventuali trasgressioni alle forze dell'ordine: 11 i soggetti (dipendenti comunali e dell'azienda) che hanno conseguito il patentino a conclusione dei corsi. «Stanno svolgendo un ottimo lavoro - sottolinea Panigazzi - è anche grazie a loro se siamo riusciti a punire diversi abusi».-- BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI