Senza Titolo

mortara. La Compagnia dialettale mortarese ingloba diversi attori di Vigevano e cambia nome in Compagnia dialettale mortarese-vigevanese per presentare lo spettacolo "Angiulìna hai vinto tu", scritto e diretto dal cilavegnese Mario Lino. La commedia in due atti sarà messa in scena sabato, alle 21, al teatro Angelicum di piazza Olivelli (replica sabato 26 gennaio) si Mortara. Le quattro scene e i diversi siparietti musicali e coreografici saranno uniti da un solo filo conduttore, Angiulìna appunto, il personaggio creato da Ermanno Lesca e oggi interpretato da Niccolò Capittini. «L'Angiulìna - spiega il mortarese Massimo Ricci - era sempre stata impersonata da Roberto Paglino, che ora vive la gran parte dell'anno in Thailandia e quindi non può più calarsi nei panni dell'Angiulìna: così abbiamo pescato nel mondo degli attori dialettali lomellini scovando l'amico Niccolò. Senza dimenticare il parroco di Lomello don Pierangelo Garavaglia». Con Ricci, Capittini e Garavaglia reciteranno Teresio Papetti, Paolo Santagostino, Pierino Gè, Gianbattista Berardi, Vittorio Zanini, Giuseppe Manzini, Antonella Ricali, Giuseppe Godio, Daniele Tessarin, Marisa Fracchia, Edoarda Ferrari, Maria Grazia Romani e Carlo Vandone. Il corpo di ballo è composto da Enrica Morgantini, Gloria Bonetalli, Lorella Danesini, Mariangela Rametta, Attilio Suvilla, Cesare Aglieta, Valeria Scotti, Daniele Tessarin e Maria Rosa Rognoni. Le musiche sono state affidate al cantante Marco Clerici, con arrangiamenti di Gianni Gastaldo. La Compagnia dialettale è nata da un'idea del mortarese Ermanno Lesca e del cilavegnese Mario Lino. «Ermanno e io - ricorda Lino - abbiamo fondato il gruppo negli anni Sessanta dopo esserci conosciuti all'oratorio di Santa Croce. Io andavo a Milano a vedere i Legnanesi e un giorno proposi a Ermanno di venire con me. Qualche tempo dopo, Musazzi e Barlocco, i due mattatori dei Legnanesi, ci hanno preso nella loro compagnia, in cui io sono rimasto 35 anni». Biglietto. 12 euro (posto unico). Prevendite: 0384.98637. --Umberto De Agostino