Kamikaze al parlamento inglese

«Stavo facendomi un selfie quando il Suv ha travolto quelle persone: ho visto i corpi a terra». È il racconto del vigevanese Andrea Gelo, in vacanza a Londra, testimone oculare ieri dell'attentato kamikaze al parlamento inglese. L'attentatore, poi ucciso, ha travolto una dozzina di pedoni sul ponte di Westminster. Poi si è schiantato contro la cancellata del parlamento, dove era in corso una seduta con la premier May, è sceso dal Suv armato di coltello e ha aggredito un poliziotto, uccidendolo prima di essere a sua volte abbattuto. Oltre al poliziotto sono morte altre due persone presenti sul ponte. Lievemente ferita una ragazza bolognese.nI SERVIZI ALLE PAGINE 2, 3 E 4