Voghera lancia il guanto A Robbio per la vetta

VOGHERA Gli Aironi per arrestare l'emorragia di punti, Voghera per cercare di assestare un colpo decisivo ad una diretta rivale. Il colpo che permetterebbe all'Olympia di agganciare Vigevano, ora solitaria in vetta: i ducali hanno 20 punti, Voghera 18, ma deve ancora recuperare la partita con il Social Osa rinviata per consentire a Ogliaro di andare in Belgio a giocare con la nazionale militare. Di fronte, venerdì sera, ci saranno due pretendenti per la vittoria finale del girone B con animi contrapposti. Robbio arriva dal suicidio con Omnia Cava in cui ha perso al supplementare una gara già vinta, e anche nell'ultimo turno è stata battuta da Lesmo nel finale di gara. Voghera è partita vincendo cinque match, ha perso con Vigevano la 6ª, e poi è tornata a vincere per cinque turni. L'ultimo match con Cusano è stato un buon allenamento con un parziale finale di 24 punti e tanti minuti inaspettati per i giovani che però non li hanno sfruttati a dovere. Coach Romano Petitti al termine del match si è fatto sentire. «I vecchi giocano con attenzione e concentrazione perché sanno che le partite in cui è proibito sbagliare sono quelle con squadre dietro, i giovani non hanno ben capito cosa bisogna fare. Se non lo fanno ci sarà poco spazio anche in altre gare come con Cusano», commenta Petitti che dovrebbe recuperare sia Arioli (leggera distorsione) che Becerra (contusione) per la gara di venerdì sera alle 21,15. «Non sono preoccupato, Furlanetto verrà solo in panchina. Poi se sarà necessario giocherà anche se vogliamo preservarlo dopo il lavoro che sta svolgendo al ginocchio. Ho visto Robbio contro Soul: sono andato via prima della fine quando erano in controllo, poi hanno vinto ai supplementari - dice Petitti - In casa sono una squadra tosta, con pubblico e non facile da affrontare con giocatori grossi: sarà un esame». Il presidente Olympia Stefano Barbieri vede nel match di Robbio una grande occasione. «Hanno un buon lungo e buoni esterni, ma devono vincere a tutti i costi. Per noi potrebbe essere un bel colpo perché poi dopo giocano con Vigevano e noi, con una gara da recuperare (il 23 con Social Osa), saremmo virtualmente primi». Gli Aironi vogliono fermare nel "caldo" palasport Gino Cantone di viale Artigianato la quotata Voghera. «Penso che la squadra allenata da Romano Petitti sia la più forte del girone – sottolinea il coach robbiese Roberto Sguazzotti – Sono una formazione già attrezzata per categorie superiori a quella attuale. Il punto a nostro vantaggio è che giochiamo in casa anche se sarà durissima». «In questi giorni lavorerò con i ragazzi per trasmettere loro maggiore tranquillità, elemento che ci è mancato in questa fase del campionato – aggiunge il coach –. Ci serve per gestire meglio le fasi calde». (m. q. - s. bar.)