Salame di Varzi e vino Cruasè protagonisti al gala Eataly

VARZI «Perle d'Oltrepo», Cruasé e Salame di Varzi sono stati protagonisti sul palcoscenico di Eataly Smeraldo a Milano, alla presenza di Oscar Farinetti, per il lancio di un progetto che promette di trasformare le due eccellenze in un volano territoriale di richiamo internazionale. A organizzare l'appuntamento è stato il direttore del Consorzio Tutela Vini Oltrepo Pavese, Emanuele Bottiroli, che ha coinvolto il Consorzio Tutela del Salame di Varzi, rappresentato dal direttore Annibale Bigoni e da Angelo Bozzola. «In Oltrepo Pavese nascono i migliori spumanti Metodo Classico base Pinot nero e il re dei salumi, il Salame di Varzi, due eccellenze da raccontare a livello internazionale – ha spiegato Farinetti – Io ci credo, Eataly sarà al fianco dell'Oltrepo». Soddisfatto Emanuele Bottiroli: «Nel 1912 la Svic, Società Vinicola Casteggio, esportava già spumante Metodo Classico dell'Oltrepo Pavese a New York. E' ora di tornare protagonisti, facendo della storia patrimonio presente. Perché non proporre Cruasé e Salame di Varzi come "aperitivo Expo"? D'altronde sono un'accoppiata che racconta un'identità territoriale che ha fatto la storia della Lombardia del vino e del gusto». Un'idea che è subito piaciuta al direttore del Consorzio «Salame di Varzi», Annibale Bigoni: «E' un prodotto artigianale, fatto di attenzione meticolosa in ogni processo di lavorazione. Nel Varzi finiscono tutte le parti nobili del maiale. E' un prodotto che racconta la storia di una lunga tradizione, del territorio e della sua gente».