Edimes, la sconfitta non fa male

PAVIA La nuova Edimes riparte dalla scorsa stagione dello scorso anno: quintetto base con i tre piccoli Fossati, Degrada e Tassone, l'italo-argentino Buscaino in posto quattro e in posto cinque Bozzetto, che nei due anni lontani da Pavia ha messo su chili e fisicità. L'Edimes nella prima amichevole è sconfitta dal Cus Torino 74-78 dell'ex coach di Tortona Antonello Arioli dopo quattro tempi da 10' e l'ultimo da 5'. Il risultato, però, come spiega coach Bianchi contava fino ad un certo punto, quello che l'esordiente coach di Pavia voleva era vedere in campo contro una avversaria vera i primi schemi di gioco appresi in dieci giorni di lavoro. I continui lanci lunghi di Fossati per le corse di Benevelli e Bozzetto danno già un'idea di quanto coach Bianchi vorrà in campionato. Che la nuova Edimes attirasse curiosità lo si era intuito, ma il centinaio di persone in tribuna che applaudono la prima tripla di Buscaino e di un energico Benevelli o la tripla di tabella di Tassone danno un segnale concreto dell'interesse dei pavesi. Bianchi prova diverse soluzioni, velocizzando il quintetto con la guardia pesarese per Degrada e a fianco di Tassone ma anche con Cristelli quattro e Buscaino cinque. Nel primo quarto l'avvio è piemontese ma il finale è di una spumeggiante Edimes. L'inizio del secondo quarto con troppe perse ed una difesa approssimativa non piace e Bianchi chiama sospensione. Benevelli ci mette energia, ma non basta e Torino vince il quarto. Nel terzo Bianchi ruota Villa e mette Fossati e Savelli insieme. Cristelli predica basket, compresa una stoppata applaudita anche dagli avversari e l'Edimes chiude davanti 16-11, anche se rimane sotto 51-52. L'ultimo periodo è punto a punto, la giocata decisiva è un antisportivo di Benevelli, Torino allunga e l'Edimes non recupera più. Maurizio Scorbati