Luci sul ponte, almeno due mesi di lavori

di Marianna Bruschi wPAVIA Una lunga coda. Una gru bianca in lontananza. Il ponte della Libertà accoglie chi entra a Pavia con il traffico bloccato. Lavori in corso. Sarà così per un mese. Per la prima parte del cantiere, e ne serviranno tra i due e i tre in totale. Il progetto? E' quello per la nuova illuminazione del ponte della Libertà. Un progetto da 150mila euro per migliorare la visibilità sulla struttura. A cui si aggiungerà l'installazione artistica di Marco Lodola, con neon rosa e azzurri per il suo ponte di «ali e luci». «La prima parte di lavori durerà circa un mese – spiega Luciano Bravi, dirigente del Comune, settore mobilità – sono le operazioni che servono per realizzare l'illuminazione sotto il ponte, stanno predisponendo l'impianto». La gru con una piattaforma tiene gli operai sospesi nella parte esterna del ponte, sulle acque del Ticino. Le auto passano a senso unico alternato, con un operaio che dirige il traffico. Questo ieri ha creato lunghe code. Al mattino la fila di auto iniziava al semaforo di ingresso in città, all'incrocio tra via Bramante e via dei Mille. «Almeno per un mese circa si proseguirà con il senso unico alternato – spiega il dirigente – seguendo la piattaforma». Il progetto prevede l'installazione di faretti per illuminare meglio la carreggiata ed era stato approvato nel dicembre 2013 dalla giunta Cattaneo. «La fase successiva dopo questo mese di lavori sarà proprio per l'illuminazione sopra il ponte– spiega ancora Bravi – in tutto i lavori dureranno fra i due e i tre mesi circa». «Cercheremo di finire per settembre, per limitare i disagi», spiega Davide Lazzari, assessore alla mobilità. Al progetto più tecnico è legato quello artistico con l'installazione di Marco Lodola. L'artista pavese regalerà alla città la sua più grande installazione con l'illuminazione realizzata con dei led che verranno applicati sotto le arcate del ponte e sulla fiancata che si affaccia verso il ponte Coperto con delle ali in neon tra il rosa e il blu. «Il sotto ponte verrà illuminato nelle occasioni importanti per la città – spiega l'assessore – inizieremo con la festa del Ticino». In attesa di vedere il risultato, sia tecnico con una visibilità che dovrebbe migliorare la percorrenza sul ponte sia artistico, gli automobilisti vedono molto bene la coda. Ieri a metà mattina - quindi non in pieno orario di punta - per percorrere poco più di un chilometro di strada (dall'incrocio via Bramante-via dei Mille all'uscita del ponte della Libertà) gli automobilisti ci hanno impiegato mezz'ora. @mariannabruschi ©RIPRODUZIONE RISERVATA