«Alla piscina Folperti il cuore sportivo della Vernavola»

PAVIA Una commissione di indagine (ancora tutta da ideare) sulla gestione degli impianti sportivi comunali e un piano per trasformare la piscina Folperti in una sorta di "polo di riferimento" per chi fa sport in Vernavola. Corridori della domenica ma anche agonisti. Il neo assessore allo sport Davide Lazzari parte da questi due progetti e annuncia una specie di "spending rewiew" degli impianti sportivi. «In premessa dico che le strutture sportive comunali si chiamano comunali proprio perché sono pubbliche, al servizio di tutti – spiega –. Questo, però, non vuol dire che chiunque possa farci quello che gli pare. E' in questo senso che serve far chiarezza su come sono affidati gli spazi. Poi c'è il capitolo costi: una struttura sportiva pubblica non deve far guadagnare il Comune, ma si può anche gestirla in modo che non sia un pozzo senza fondo nel quale si continuano a versare soldi senza avere grandi risultati». Quanto alla Folperti, il progetto non è ancora sulla carta ma si intuisce che qualcosa in pentola bolle già. «Anche qui serve una premessa – aggiunge Lazzari –. La collaborazione con la Fin ha dato ottimi risultati e il nuoto pavese prospera grazie a questo. La Folperti, però, secondo me non deve essere vista come un edificio con un po' d'acqua in mezzo: deve diventare il polo di aggregazione per chi fa sport nella Vernavola. Nuoto in piscina, ovviamente, ma anche discipline multiple. La Folperti ha docce e spogliatoi: potenziamola per chi in Vernavola fa altro oltre al Nuoto».