OltreVoghe ai blocchi Un mese e mezzo per prepararsi alla D

STRADELLA Più che il primo giorno di scuola è una chiamata alle armi. «Dobbiamo avere lo stesso spirito dei bersaglieri», taglia corto il consigliere-sponsor Lino Gaffeo davanti all'OltreVoghe schierata sul campo di Stradella al primo giorno di ritiro. «I bersaglieri corrono, non si fermano di fronte alle difficoltà e sono umili – aggiunge Gaffeo –. Devono essere il nostro esempio». Ad ascoltare molti volti noti, protagonisti della cavalcata in Eccellenza, alcuni nomi nuovi ingaggiati per la serie D e altri ragazzi in prova. Un paio di convenevoli di rito è poi subito al lavoro: mister Visca, con il preparatore Cirelli, inizia a organizzare il lavoro. Il tempo stringe: ad agosto la Coppa Italia, il 7 settembre, meno di due mesi da oggi, l'inizio della serie D. «Valuteremo un po' di ragazzi in questa settimana, ma partiamo da una base che conosciamo già», commenta Viscamentre a gruppetti i giocatori si mettono al lavoro. Per Daniele Niada il primo giorno di ritiro è una sorta di liberazione dopo la settimana movimentata con il Vigevano che non voleva lasciarlo andare. «Sono contento – sorride il ventisettenne torinese – ora sono tranquillo anche se ho avuto la preoccupazione che saltasse tutto». Niada si scambia la palla con Baraldini, altro ventenne prelevato dal Vigevano, mentre per Poesio si tratta di un ritorno in rossonero: «Sono felice e non mi spaventano le responsabilità: dobbiamo avere compattezza e intensità». Mentre per il capitano trentottenne Balestra, che si presenta tirato e in forma, si tratta del 22° ritiro in carriera. La prima volta a 16 anni era stata con l'Oltrepo. «Il primo giorno c'è sempre fiducia – dice – Partiamo con delle certezze anche se la serie D impone maggiore concentrazione. Speriamo di essere la sorpresa del campionato». La rosa non è ancora completa perché oltre a cinque elementi che questa settimana saranno in prova (di Baldo Gennusa, attaccante classe 1993 della Fortis Juventus si parla un gran bene) oggi arriverà Bertolino dal Novara che la società vuole, ma il ragazzo che dovrebbe terminare le scuole a Voghera, valuterà dopo qualche giorno. «Vedrà l'ambiente e poi deciderà – dice il ds Fabrizio Bianchi – a giorni arriverà un portiere». L'Alessandria ha portato in ritiro il giovane estremo difensore Capra con un mediano e un esterno (tutti classe 1995), ma probabilmente darà in prestito i tre elementi per farli maturare. Sfuma Bordin (portiere della Primavera del Varese) intenzionato ad aspettare una chiamata dai professionisti. Marco Quaglini