Broni torna nel girone nord addio trasferte massacranti

BRONI Mentre Elisa Borghi ufficializza la sua permanenza, in casa Omc Broni si tira un grosso sospiro di sollievo: salvo clamorosi ripensamenti dell'ultima ora, pare infatti certa la collocazione nel girone Nord, seppur con la presenza di due squadre sarde. Secondo indiscrezioni, alla fine le squadre iscritte alla serie A2 sarebbero 26, di cui 23 aventi diritto e tre ripescate (Albino, Biassono e Viterbo). La prima fase sarà articolata su tre raggruppamenti: due da nove formazioni e uno da otto squadre. Broni dovrebbe finire proprio in quello da otto assieme a Milano, Sesto San Giovanni, Carugate, Genova, Torino, Selargius ed Alghero. Trasferte dunque non particolarmente impegnative, con un notevole risparmio sul piano economico: attorno ai 15mila euro. Tutto sommato anche le partite in Sardegna non sono logisticamente impossibili. Al momento rimane ancora da capire la modalità della seconda fase (pare ad orologio) e dei play off, cui dovrebbero accedere le prime due classificate di ciascun raggruppamento. A quel punto le tre vincitrici disputerebbero un concentramento in campo neutro per decretare le due promozioni in serie A1. «Restiamo in attesa di capire bene la formula», dice il dirigente responsabile Gianluca Caraffini. Nel frattempo Elisa Borghi, vogherese, classe 1989, vestirà la casacca bianco verde per il decimo anno consecutivo, un vero record. «Dieci anni e non mi sono accorta che sono passati – dice Elisa Borghi -, sarà che quando stai bene non ti accorgi del tempo che passa. Certo, citando la canzone di Max Pezzali (di cui è una grande fan, ndr) direi "Stesso posto, stesso bar", ma ogni anno è una nuova avventura che mi arricchisce sia dal punto di vista cestistico che a livello personale. Ricevere da anni la riconferma vuol dire che si sta facendo bene e che c'è fiducia. La sensazione è sempre una: tanta voglia di iniziare e di far bene. Ritrovo tanti volti conosciuti – continua Elisa - a partire dall'allenatore Roberto Sacchi e questo non può che facilitare le cose, ci si conosce e si sa come si lavora e ci sarà modo di consolidare il gruppo». Da dieci anni la ragazza è accompagnata dall'immancabile striscione "SobBorghi di Voghera". «Che bella atmosfera si respira al Palabrera – conclude Borghi – Il ritorno nel girone Nord è una fantastica notizia anche per i nostri tifosi che dovranno macinare meno chilometri rispetto a quelli fatti nella passata stagione dato che anche nelle trasferte più lunghe e insidiose non ci hanno mai abbandonato. Senza di loro non sarebbe lo stesso, ci vediamo al raduno, il 25 agosto». Franco Scabrosetti