Traffico di auto rubate, arrestato

di Maria Fiore wSANTA CRISTINA Un traffico internazionale di veicoli rubati e poi rivenduti all'estero: c'è anche un uomo di Santa Cristina nell'indagine, partita da Trieste, che ha coinvolto 15 persone. Mauro Moretto, un uomo di 57 anni che abita in paese, è stato arrestato dagli agenti della polizia stradale di Pavia. Il provvedimento è stato eseguito qualche giorno fa, ma la notizia è trapelata solo ieri, perché erano ancora in corso indagini. Le stesse ricerche di Moretto sono durate alcuni giorni e alla fine l'uomo, operaio che però risulta non avere un'occupazione stabile, è stato pizzicato dai poliziotti mentre si recava negli uffici della motorizzazione di Pavia, dove avrebbe dovuto sostenere un esame per ampliare la sua patente di guida. Secondo l'accusa, Moretto avrebbe avuto il ruolo di corriere per conto dell'organizzazione. In altre parole, avrebbe guidato le auto rubate che finivano all'estero, in particolare in Bulgaria, per essere rivendute. Il meccanismo era più o meno questo: le macchine venivano rubate in Italia (in alcuni casi venivano sottratti anche veicoli presi a noleggio), di queste si denunciava il furto e poi venivano rimesse in circolazione all'estero con documenti falsi. A ricostruire le trame della vicenda è stata la procura di Milano: il giudice ha poi emesso 15 ordinanze di custodia in carcere. Una è stata notificata a Moretto dagli uomini della polstrada di Pavia, guidati dal comandante Valentino Bernardo. L'indagato, che abita a Santa Cristina, è stato interrogato e si trova ancora in carcere.